Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

«Servono più taxi a Padova»: la richiesta di Monica Soranzo (Federalberghi Ascom Padova)

«Abbiamo registrato - sottolinea Soranzo - che in corrispondenza con manifestazioni in corso a Padova Congress i tempi per reperire un taxi non sono quelli che una città a vocazione turistica dovrebbe avere»

«Ma il numero delle licenze di taxi a Padova è sufficiente per coprire la richiesta che viene da un Centro Congressi che sembra avviato a registrare numeri importanti?»: a formulare la domanda è la presidente di Padova Hotels Federalberghi Ascom Confcommercio, Monica Soranzo, che pone una questione di fondo.

Taxi

Aggiunge Monica Soranzo: «Parto da un dato di fatto: abbiamo registrato che in corrispondenza con manifestazioni in corso a Padova Congress i tempi per reperire un taxi non sono quelli che una città a vocazione turistica dovrebbe avere. Non che la presidente di Padova Hotels si meravigli più di tanto se lo standard al quale siamo abituati in Italia non sia minimamente paragonabile a quello di altri Paesi, però i congressisti saranno sempre più “di altri Paesi”, per cui il rischio è quello di offrire un’immagine poco efficiente in termine di servizi. Verona - continua la presidente Soranzo - pur di venire incontro alle esigenze dei suoi numerosi turisti, ha cercato di ovviare al problema della carenza di auto pubbliche sfruttando il decreto 104/2023 e la legge in vigore, mettendo a regime pieno a turno 40 autovetture in più grazie ad una seconda guida più nuove licenze. Non so se sia una strada percorribile, però chi “mastica” di turismo sa che un turista che è in grado di spendere (e i congressisti lo sono) chiede solo di avere un servizio efficiente. Se non ce l’ha, non diventerà certamente un buon “ambassador” di Padova».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Servono più taxi a Padova»: la richiesta di Monica Soranzo (Federalberghi Ascom Padova)
PadovaOggi è in caricamento