Attualità

Telecamera, privacy e sicurezza: anche in Veneto e a Padova, i dispositivi "spia"

Dispositivi di sorveglianza prodotti in Estremo oriente sono finiti al centro di una inchiesta di Report. Quel tipo di telecamere è presente anche a Padova, anche a ridosso o all'interno delle sedi istituzionali

Alcuni giorni fa Report la popolare trasmissione dedicata al giornalismo investigativo ha mandato in onda una puntata che ha fatto molto clamore: al centro della quale c'è stato il tema, molto dibattuto, della sorveglianza di massa (si è parlato anche di telecamere «spia») che le potenze straniere operano nei confronti del Belpaese. Nella inchiesta firmata da Cataldo Ciccolella e Giulio Valesini è stato approfondito il tema delle telecamere cinesi in grado di connettersi, in maniera borderline rispetto al dettato della legge, alla madrepatria dopo aver raccolto dati e immagini sensibili.

Sorveglianza massiva

Più in generale il tema della sorveglianza di massa, sia per fini politici sia per fini commerciali (quando i due ambiti non si sovrappongono) è un campo da anni molto dibattuto che in qualche modo è entrato nell'immaginario collettivo con alcuni film come «Snowden» diretto da Olver Stone o con la pubblicazione di alcuni libri come il best seller della della sociologa statunitense Shoshanna Zuboff (Il capitalismo della sorveglianza) o quello del filosofo italo-inglese Luciano Floridi (The onlife manifesto). Sempre la Tv di Stato con Presa diretta ha lasciato il segno nella divulgazione di specie grazie alle puntate mandate in onda («Mercenari digitali» del 20 gennaio 2020 firmata da Elena Kaniadakis, Lidia Sirna e Eleonora Zocca e «Tutti spiati» firmata da Danilo Procaccianti il 10 febbraio 2020) l'anno passato. 

I colleghi di VicenzaToday hanno intervistato un esperto di cyber sicurezza, che non si è detto affatto stupito di quanto emerso dalla trasmissione di Rai 3. Ecco cosa ha raccontato. 

CONTINUA A LEGGERE SU VICENZATODAY

video sorveglianza2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecamera, privacy e sicurezza: anche in Veneto e a Padova, i dispositivi "spia"

PadovaOggi è in caricamento