Terremoti: il nuovo progetto della Regione Veneto per lo studio e la sorveglianza sismica

La Regione intende sviluppare un sistema di studio, monitoraggio, rilevamento e sorveglianza sismica all’avanguardia in tutto il territorio veneto, attraverso l’installazione di oltre 300 sensori per la stima di danni all’interno di edifici strategici e rilevanti

Due milioni di euro del Programma Operativo Regionale (Por) Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Fesr) 2014-2020 saranno utilizzati dalla Regione per sviluppare un sistema di studio, monitoraggio, rilevamento e sorveglianza sismica all’avanguardia in tutto il territorio veneto, attraverso l’installazione di oltre 300 sensori per la stima di danni all’interno di edifici strategici e rilevanti, al fine di accelerare la risposta del sistema di protezione civile in condizioni di emergenza a seguito di terremoti. Lo ha deciso la Giunta regionale con un provvedimento proposto dall’assessore ai lavori pubblici e infrastrutture, Elisa De Berti, che approva anche lo schema di accordo di collaborazione tra la stessa Regione e l’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale (Ogs), soggetto pubblico “qualificato” nell’organizzazione del rilevamento e della sorveglianza sismica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Progetto

Spiega l'assessore De Berti: «Questo progetto ha lo scopo di fornire alla Regione un sistema di monitoraggio e rilevazione sismica tra i più capillari d’Italia, dal quale ricaveremo, con il supporto scientifico dell’Istituto OGS, dati utili e direttamente fruibili per finalità di protezione civile e per garantire una maggior sicurezza alla cittadinanza per questa fattispecie di rischio, che ha in tempi recenti ha interessato anche il Veneto nell’area del Polesine. A conclusione del progetto, consegneremo alla Protezione Civile regionale e al territorio un validissimo strumento per gestire questo genere di emergenze».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • I cani da adottare a Padova: tutti i cuccioli da accogliere in casa

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento