Tony Gallo, l'arte ai tempi della quarantena

Pochi giorni prima che Padova diventasse “zona rossa” siamo stati a trovare Tony Gallo nel suo nuovo laboratorio artistico dove oltre alle sue opere spicca la "scorta di colore" in previsione della quarantena

Pochi giorni prima che Padova diventasse “zona rossa” siamo stati a trovare Tony Gallo nel suo nuovo laboratorio artistico. Uno spazio grandissimo nel cuore del suo quartiere, l’Arcella. Un luogo al momento ancora top secret ma come dice lo stesso artisti, «vedrai che non lo rimarrà per molto. E’ solo che avevo bisogno di uno spazio dove poter lavorare e dar aria ai lavori che non mi piaceva vedere impacchettati. E per lavorare è bene stare da soli, in un posto dove ci si possa concentrare solo su quello».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si muove in skateboard dentro questo grande magazzino che magicamente è diventato uno spazio espositivo dove sono segnati anche i periodi artistici dello stesso Tony Gallo. Ci sono i primi personaggi ma ci sono anche le sculture, una disciplina alla quale si sta approcciando dopo aver frequentato maestri di quell’arte. Ci sono anche dei personaggi pronti a prendere vita su qualche muro della città. Solo non si sa quando. E dove.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sta preparando delle tele che andranno ad Amsterdam, che ci mostra: «Sto utilizzando tecniche diverse, non solo spray ma anche pennelli, rulli, l’aerografo». Dietro di lui, come nella stanza che e posizionata opposta all’entrata, tantissime bombolette e secchi di colore: «Ho fatto scorta prima della quarantena». Anche questo un segno dei tempi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IMG_4120-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • I cani da adottare a Padova: tutti i cuccioli da accogliere in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento