Un dolce doppiamente buono: ideato il "Fiocco al mais" per l'Hospice Pediatrico di Padova

Sei mastri pasticcieri si sono riuniti nel gruppo "Dolce Vita in Pediatria" e hanno inventato il "Fiocco al mais" per raccogliere fondi a favore dell’Hospice Pediatrico

Si è svolta nella mattinata di giovedì 10 settembre nella Sala Convegni di Palazzo del Monte della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, alla presenza del presidente dell'associazione "La miglior vita possibile" prof. Giuseppe Zaccaria, della dottoressa Franca Benini (Responsabile del centro regionale Veneto di terapia del Dolore e Cure Palliative Pediatriche-Hospice Pediatrico di Padova), del vicesindaco di Padova Andrea Micalizzi, del Maestro Luigi Biasetto con Luca Cantarin e Luca Rasi - in rappresentanza del Gruppo "Dolce Vita in Pediatria", che riunisce sei Maestri Pasticceri di fama nazionale - e del responsabile marketing e comunicazione di Lattebusche dr. Matteo Bortoli la conferenza stampa di presentazione di "Dai Vita alla Vita".

Fiocco al Mais

Per iniziativa dell'associazione "La miglior vita possibil"e, sei Maestri Pasticceri di fama nazionale (Massimiliano Alajmo, Corrado Assenza, Luigi Biasetto, Luca Cantarin, Leonardo Di Carlo e Luca Rasi) si sono riuniti nel gruppo "Dolce Vita in Pediatria" per raccogliere fondi a favore dell’Hospice Pediatrico e hanno ideato per l’iniziativa dal titolo "Dai Vita alla Vita" la torta Fiocco al Mais che sarà disponibile nei nove "Bar Bianco" del Veneto del Gruppo Lattebusche e, a breve attraverso il web (www.lamigliorvitapossibile.it), a fronte di una donazione minima di 12 euro. Tutto il ricavato dalle donazioni sarà interamente devoluto a sostegno dei progetti di domiciliarizzazione delle cure palliative pediatriche. Dalla metà di ottobre 2020 il messaggio di sensibilizzazione alle Cure Palliative Pediatriche sarà presente anche sulle confezioni di Latte Fresco Alta Qualità Lattebusche.

I commenti

Afferma il prof. Zaccaria: «Si susseguono a ritmo incalzante le iniziative della Associazione per l’Hospice Pediatrico di Padova. “Dai vita alla vita”, grazie al supporto di un gruppo qualificato di maestri pasticceri di fama nazionale che hanno risposto con entusiasmo al nostro invito realizzando questa torta speciale, intende sensibilizzare alla problematiche delle cure pediatriche, promuoverne la domiciliarizzazione e la diffusione dell’utilizzo della telemedicina. Ci auguriamo che questa iniziativa che porterà la torta nei nove Bar Bianco di Lattebusche a cui va la nostra gratitudine, e attraverso il web, contribuisca ad attirare l’attenzione di un pubblico più vasto sulle importantissime attività dell’Hospice pediatrico e su questo rilevante problema sociale. A tale scopo abbiamo inoltre inviato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, tramite il Prefetto di Padova Renato Franceschelli che ci ha sempre affiancato in questo nostro impegno, la richiesta di un saluto speciale da rivolgere alle bimbe e ai bimbi destinatari delle Cure Palliative Pediatriche in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Scolastico 2020/2021 da Vo', in programma per il 14 settembre prossimo». Aggiunge la dottoressa Franca Benini: «L’obiettivo dell’Hospice è far vivere questi bambini il più possibile nella normalità, e quindi a casa . È un percorso che rientra nella ricerca della qualità dell’assistenza che, nella nostra ottica, è inderogabile da queste piccole grandi cose». Il saluto del vicesindaco Andrea Micalizzi: «L’Associazione “La miglior vita possibile” non finisce di stupire per la grandissima capacità di realizzare progetti e fare da catalizzatore di importanti iniziative a sostegno dell’ Hospice Pediatrico di Padova. Un grazie va anche ai pasticcieri che hanno ideato questo dolce e a Lattebusche che, attraverso i suoi bar bianco, la farà conoscere e apprezzare, contribuendo a raccogliere donazioni utilissime a sostenere i prossimi progetti. Di grande importanza è anche l’attivazione del servizio di Guest House. Padova si conferma ancora una volta una città solidale, capace di mobilitare le proprie risorse, umane e economiche a sostegno dei bambini colpiti da queste terribili patologie e delle loro famiglie». Conclude Matteo Bortoli, responsabile marketing e comunicazione di Lattebusche: «Tutta la nostra filiera nasce dal territorio locale. Per questo motivo abbiamo sempre cercato da un lato uno sviluppo in armonia con l’ambiente, e dall’altro di collaborare e promuovere iniziative che generano un impatto positivo sulla società e sulla comunità. Per questo motivo siamo orgogliosi di poter dare un sostegno, tramite questo progetto creato dall’associazione “La Miglior Vita possibile”, all’Hospice Pediatrico di Padova. Ci impegneremo a dare visibilità anche tramite totem e volantini all’interno dei nostri negozi (Bar Bianco) e verrà posta in essere una campagna sui nostri barattoli del latte dedicando una facciata all’Hospice e al progetto».

Le iniziative

Promotori dell'iniziativa: il Gruppo dei Maestri Pasticceri  de Dolce Vita in Pediatria con i loro collaboratori, Associazione La miglior Vita Possibile, Lattebusche. Sostenitori: Sig. Mario Melan, Molino Quaglia, Epitech, Lattebusche, Il Gusto per la Ricerca, Gradiente SGR, La miglior Vita possibile, Benetti srl. Questa si aggiunge alle molte iniziative intraprese dalla Associazione, il cui scopo è di sostenere l’attività dell’Hospice Pediatrico di Padova che assiste circa 200 piccoli pazienti in tutto il Veneto, cercando di garantire loro la miglior condizione di vita possibile nella malattia. Nei mesi scorsi l’Associazione ha donato all’Hospice Pediatrico una vettura FIAT QUBO per consentire ad una ulteriore equipe medica di raggiungere i pazienti nelle loro case; 5 biciclette con pedalata assistita e carrello porta bambino per le famiglie dei piccoli pazienti dell’Hospice e della Pediatria di Padova grazie a DESPAR; e ha consegnato ai genitori dei pazienti in comodato d’uso 10 tablet iPad programmati  e attivati per la Telemedicina per il monitoraggio a distanza delle cure e delle terapie.

Guest House

Nell’occasione della Conferenza stampa è stata inoltre presentata un’altra importante iniziativa attivata dall'associazione: il servizio di Guest House a disposizione delle famiglie dei pazienti dell’Hospice. In collaborazione con Cooperativa Sociale e-Sfaira che gestisce il B&B “Casa al Carmine” in Via Vendramini 1, l’Associazione La Miglior Vita Possibile, a partire dal 14 settembre sosterrà continuativamente il costo di una camera tripla a con i consueti servizi alberghieri comprensivi di possibilità di uso cucina. «Il servizio di Guest House è un altro tassello che si colloca all’interno di tutte le possibilità di aiuto che portiamo avanti per i nostri bambini e le loro famiglie - ha spiegato la dr.ssa Franca Benini - e siamo i primi in Italia a sperimentare questo percorso in ambito pediatrico. Capita che i bambini che risiedono nell’Hospice o le loro famiglie abbiano problemi per i tempi di permanenza, o che i parenti e le famiglie stesse abbiano il desiderio di fare una vita il più normale possibile, pur nell’ambito delle cure dell’Hospice. È sempre stato il sogno nel cassetto che non eravamo mai riusciti a realizzare. L’Associazione "La miglior vita possibile" ci ha finalmente dato la possibilità di attivare questo servizio per accogliere magari anche nonni, o fratelli, o parenti dei nostri piccoli pazienti per brevi periodi. O per essere vicini ai genitori che per la prima volta vanno a casa dopo il ricovero in Hospice con un figlio del tutto speciale e che necessitano di una autonomia vigilata in un ambiente “protetto”, vicino alla struttura ospedaliera».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

  • Si schianta con un ultraleggero nella Bassa: morto il pilota 52enne

Torna su
PadovaOggi è in caricamento