rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità

«Vaccini per gli studenti stranieri e tamponi gratis per chi non può immunizzarsi»

Lunedì 23 agosto si è riunito il Comitato Regionale di Coordinamento delle Università del Veneto, che ha visto i Rettori delle quattro Università Venete riunirsi insieme ai rappresentanti degli studenti in Esu per coordinare il rientro in presenza e l’utilizzo del Green Pass in Università

Lunedì 23 agosto si è riunito il Comitato Regionale di Coordinamento delle Università del Veneto, che ha visto i Rettori delle quattro Università Venete riunirsi insieme ai rappresentanti degli studenti in Esu per coordinare il rientro in presenza e l’utilizzo del Green Pass in Università.

Studenti

Dichiara Virginia Libero, presidente di Studenti per Udu Padova: «Tutte le nostre richieste sono state accolte, e siamo soddisfatti perché verranno garantite tutele a studentesse e studenti internazionali, che potranno vaccinarsi a Padova. Allo stesso tempo verrà garantita la possibilità di vivere gli spazi universitari anche a chi non può vaccinarsi per ragioni mediche, attraverso la possibilità di effettuare dei tamponi gratuitamente. È in corso anche un lavoro di inclusione per studentesse e studenti in fase di transizione, per evitare situazioni spiacevoli con il Green Pass». Aggiunge Nicolò Silvoni, rappresentante degli studenti nel CdA dell’Esu: «Buone le proposte dell’ateneo patavino, ma quello che noi chiedevamo in CoReCo era una linea omogenea tra i quattro atenei e questo non è stato fatto. La didattica degli atenei sarà gestita diversamente e diverse saranno le tutele a favore degli studenti: esattamente quello che volevamo evitare». Rimane invece senza risposte da parte della Regione la richiesta di un investimento sui trasporti, tema riportato all’attenzione dai rappresentanti degli studenti presenti. Conclude Nicolò Silvoni: «Non ci fermeremo qui, l’esigenza é reale e serve un serio investimento da parte della Regione su quelli che sono i problemi strutturali, evidenziati dagli studenti ed esistenti da ben prima della pandemia. Non è il tempo di cucire delle toppe, ma di agire in modo incisivo e coraggioso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Vaccini per gli studenti stranieri e tamponi gratis per chi non può immunizzarsi»

PadovaOggi è in caricamento