Attualità Stanga / Via Luigi Anelli

Questura in via Anelli, ma in centro resta il presidio del commissariato

Chiuso l'accordo tra amministrazione comunale e Prefettura. Quando sarà pronta la nuova sede alla Stanga, a Palazzo Wollemborg rimarrà una "truppa" della polizia

La Questura di Padova è destinata a via Anelli, ma quando avverrà il trasloco, l'attuale sede sulle Riviere rimarrà a disposizione della polizia. Almeno la parte di struttura di proprietà comunale, ossia Palazzo Wollemborg. A dare l'annuncio è stato direttamente il sindaco Sergio Giordani, che durante la riunione del Cosp (comitato per la sicurezza pubblica) nella mattinata di giovedì 1 luglio ha chiuso l'intesa direttamente con il prefetto Raffaele Grassi e il Questore Isabella Fusiello.

Resta il presidio in centro

«Abbiamo stabilito una solida intesa per continuare, nelle forme previste, a mettere a disposizione della Polizia di Stato Palazzo Wollemborg. Sarà il commissariato del centro storico quando la nuova grande Questura di via Anelli sarà pronta» garantisce il primo cittadino, Sergio Giordani. «Questa è evidentemente una condizione operativa molto importante ed è rafforzata da una forte richiesta dei cittadini. Sono davvero contento che, grazie alla consueta collaborazione istituzionale, questo sarà possibile. Una città turistica come Padova ha bisogno di una protezione globale e di servizi vicini alle persone anche nel suo centro storico che custodisce gioielli dell’arte e tante attività diurne e serali. I residenti del Centro possono quindi stare tranquilli: ancora una volta, con buon senso, stiamo perseguendo soluzioni equilibrate a tutela di tutti in un ottica che vuole aumentare presidio e sicurezza tanto in centro quanto in ogni quartiere». Il palazzo principale invece è di proprietà della Provincia, che una volta lasciato dalla polizia potrebbe essere messo in vendita.

Via Anelli

Dove una volta c'era il complesso Serenissima, abbattuto dopo anni di degrado e abbandono, sorgerà la nuova Questura. La Stanga dovrebbe quindi diventare un angolo della città più sicuro e sorvegliato. Per portare a termine il progetto però manca ancora un passaggio formale. La permuta con l'area della Prandina, dove probabilmente l'amministrazione realizzerà un parco ed un parcheggio a disposizione del centro, infatti ancora non è ufficiale. Da Roma manca un timbro attesissimo, che nonostante sia stato annunciato da mesi tarda ad arrivare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Questura in via Anelli, ma in centro resta il presidio del commissariato

PadovaOggi è in caricamento