rotate-mobile
Attualità Vigonza

La frazione di San Vito si avvicina a Noventa con la "benedizione" di Vigonza

Ieri sera 29 novembre il consiglio comunale vigontino ha approvato con 14 voti favorevoli, 2 astenuti e 1 contrario, la delibera sull'avvio del procedimento in Regione per il referendum sul passaggio della frazione al comune noventano

Il consiglio comunale di Vigonza ha approvato ieri sera 29 novembre, con 14 voti favorevoli, 2 astenuti e 1 contrario, la delibera sull'avvio del procedimento in Regione per il referendum sul passaggio della frazione di San Vito al comune Noventa Padovana. Si tratta di una svolta epocale attesa da anni. «Ho sempre detto che la questione di San Vito andava affrontata con serenità e serietà – dichiara il sindaco di Vigonza Gianmaria Boscaro – ascoltando le istanze che arrivano dal territorio, che devono sempre essere rispettate da chi amministra e devono essere portate avanti nel modo corretto. Così mi sono mosso da quando ho ricevuto mandato dal consiglio comunale di Vigonza per avviare l’iter, costruendo un dialogo costruttivo con Noventa per arrivare a un testo condiviso, che il consiglio comunale di Vigonza ha approvato a larga maggioranza. Ora, con lo stesso rispetto che abbiamo ricevuto, attendiamo le determinazioni del consiglio comunale di Noventa Padovana. Intanto non posso che ringraziare Niccolò Tacchetto e Marisa Grisenti, consiglieri comunali della mia lista, che hanno ottenuto già con questo voto un risultato storico: la questione San Vito dopo cento anni è stata affrontata dal consiglio comunale in modo serio e completo».

Il sindaco di Vigonza, Gianmaria Boscaro

Sorride Noventa

«Ieri il consiglio comunale di Vigonza ha scritto una pagina di storia – gli ha fatto eco il sindaco di Noventa Padovana Marcello Bano – con una delibera frutto del lungo lavoro svolto assieme in questi mesi, attraverso numerosi incontri tra le due amministrazioni, per affrontare e delineare ogni aspetto di una procedura estremamente complessa sotto il profilo giuridico, economico e anche politico. Desidero ringraziare il primo cittadino Gianmaria Boscaro per il coraggio dimostrato nel sostenere questa storica battaglia dei residenti di San Vito. Dopo decenni di tentennamenti delle amministrazioni comunali di ogni colore, sindaco e consiglio hanno dato a tutti noi una lezione di democrazia, decidendo di restituire la parola direttamente ai cittadini per questa scelta sul futuro del nostro territorio. L'ampissima maggioranza che ha visto approvare la delibera con 14 consiglieri favorevoli, e un solo contrario, dimostra come il tema della democrazia diretta sia trasversale a ogni schieramento politico, perché riguarda i principi fondamentali di libertà e partecipazione scritti nella nostra Costituzione, in cui tutti dovremmo riconoscerci. Sul fronte Noventa - ha concluso - proseguiremo in questo percorso portando la nostra delibera in consiglio comunale a gennaio. Sarà l'occasione per fare il punto sul lavoro svolto fin ad ora, grazie al mandato che ho ricevuto dal consiglio lo scorso marzo. Risponderemo così con i fatti anche a chi, senza sapere nulla, ha definito questi mesi di fatiche una perdita di tempo. Con Boscaro siamo intanto già al lavoro sulla convenzione finanziaria tra i due comuni: quello che mi sento di garantire fin d'ora è che Vigonza non perderà un centesimo da questa operazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La frazione di San Vito si avvicina a Noventa con la "benedizione" di Vigonza

PadovaOggi è in caricamento