menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Disinfestazione al via a Este per combattere il virus West Nile

Disinfestazione al via a Este per combattere il virus West Nile

Virus West Nile e lotta alle zanzare, via alla disinfestazione di massa nella Bassa

Gli interventi sono previsti in tutte le aree verdi pubbliche, sportive, scolastiche, nei parchi, nei viali alberati e in tutti i 5.507 tombini stradali

Prende il via lunedì 15 aprile il programma di interventi definito dall’Ufficio Ambiente del Comune di Este e dall’Ulss 6 Euganea per il contrasto alla proliferazione delle zanzare a tutela della salute pubblica. Gli interventi sono previsti in tutte le aree verdi pubbliche, sportive, scolastiche, nei parchi, nei viali alberati e in tutti i 5.507 tombini stradali.

West Nile

Il sindaco Gallana afferma: «Prosegue l'importante impegno del Comune nell'attività di prevenzione a tutela della salute pubblica. Sulla scorta dell'esperienza dello scorso anno dove l'attività è stata notevolemente intensificata per far fronte al virus “west nile”, abbiamo previsto interventi a tappeto da ripetersi mese per mese e invitiamo i proprietari di aree verdi e terreni incolti ad effettuare la manutenzione necessaria a garantire decoro, salubrità e sicurezza». L'assessore Gobbo aggiunge: «I trattamenti di prevenzione e lotta alla diffusione delle zanzare per tutelare la salute dei cittadini iniziano da questo mese e termineranno ad ottobre. E' un dovere di tutti contribuire alla tutela della salute pubblica, anche visti gli episodi di contagio dello scorso anno. Stiamo inviando una lettera ai privati e alle ditte perché effettuino con costanza la manutenzione ordinaria delle loro aree al fine di evitare che lo stato di abbandono possa causare la proliferazione di questi insetti insidiosi. Vigileremo in maniera accurata e chi non rispetta le direttive sarà sanzionato. Il programma mensile di interventi antilarvali e adulticidi potrà variare in funzione delle condizioni meteorologiche, ma è da subito consultabile nel sito internet del Comune, per consentire ai cittadini di organizzarsi anche per la prevenzione e disinfestazione delle aree private. Va detto anche che su caditoie, scoline e bocche di lupo, è iniziata un'attività di pulizia profonda da foglie e detriti per consentire il corretto e normale deflusso delle acque meteoriche. La pulizia viene effettuata mediante un'autobotte dotata di canal jet che risucchia la sporcizia dai pozzetti e al contempo pulisce il collegamento alla condotta fognaria. Tra i detriti recuperati dai tombini del centro storico, è emerso un quantitativo importante di cannucce di plastica. Per cui, ancora una volta, facciamo appello al senso civico e al rispetto della città e del decoro urbano, invitando a utilizzare i cestini per i rifiuti posizionati ad ogni angolo».

Interventi anti larvali

Gli interventi saranno eseguiti mediante il collocamento di prodotti anti larve nei tombini una volta al mese per 7 mesi (da aprile a ottobre) tra il 5 e il 15 di ogni mese (salvo variazioni meteo). Il primo intervento sarà effettuato lunedì 15 aprile. Vengono utilizzati prodotti biologici di ultima generazione, tra i più utilizzati a livello mondiale, che agiscono contro la maggior parte delle larve di zanzare (Presidio Medico-Chirurgico Registrazione Ministero della Salute n°19925). Sono prodotti altamente efficaci, completamente sicuri per l’ambiente e l’ecosistema, e non interferiscono con altri sistemi vitali, siano essi animali o vegetali. I vantaggi di questi prodotti sono:

- Rapidità d’azione: i risultati possono essere valutati rapidamente in campo, controllo residuale (fino a 8 settimane) su diverse specie di zanzare;

- Azione specifica contro le larve di zanzare, in quanto rallentano fortemente il proprio sviluppo non raggiungendo lo stadio di pupa e quindi lo stadio adulto;

- Può essere impiegato in presenza di acque pulite e/o inquinate;

- Innocuo per l’uomo e gli organismi acquatici.

Interventi adulticidi

Gli interventi per la lotta alle zanzare adulte saranno eseguiti su tutto il territorio comunale comprese le frazioni, con l'ausilio di atomizzatori professionali per la disinfestazione installati su Pick Up. Anche in questo caso, gli interventi in programma sono 7, da aprile a ottobre compreso. Primo trattamento nella notte tra il 17 e 18 aprile. Come negli anni precedenti le disinfestazioni partiranno dalle ore 23,30 e termineranno entro le ore 6 del mattino seguente. Durante i trattamenti notturni ai cittadini è raccomandato: non sostare fuori dalle proprie abitazioni; tenere le finestre chiuse; togliere eventuali panni stesi; tenere gli animali da compagnia all’interno delle abitazioni; lavare accuratamente frutta e verdura prima di consumarla. Il prodotto che sarà utilizzato è il Microsin, un insetticida per uso civile ad azione abbattente e lungamente residuale, è un insetticida in microemulsione acquosa privo di solventi. Offre pertanto una maggiore sicurezza di impiego per gli operatori e un ridotto impatto ambientale rispetto alle normali formulazioni insetticide. Risulta di facile e pronta diluizione, non macchia le superfici ed è praticamente inodore. Può essere usato sia per trattamenti in campo aperto (tappeti erbosi, viali alberati, siepi, giardini, ecc.) che in ambienti chiusi e riparati. Per proteggere le api dai trattamenti antizanzare è necessario che gli apicoltori comunichino per tempo all'Ufficio Ambiente Comunale le zone nelle quali sono presenti le arnie, in modo che queste zone vengano escluse dalla disinfestazione.

Prevenzione

Tutta l’attività svolta dall’Amministrazione Comunale può avere effetto se si lega anche a precisi comportamenti da parte dei cittadini all’interno delle aree private. A questo proposito si ricorda che, con Ordinanza Sindacale n.138 del 13.08.2018,* l'Amministrazione Comunale ha dato precise disposizioni sulle misure da attuare per la lotta alle zanzare, al fine di prevenire conseguenze sulla salute pubblica. «Per una lotta efficace alle zanzare - rimarca l'assessore Sergio Gobbo - il momento più importante è quello della prevenzione che sostanzialmente deve essere orientata all’eliminazione del problema sin dalla fase acquatica (stadio di larva e pupa, che dura circa una settimana), prima che l’insetto diventi adulto e prima che possa deporre le uova. Pertanto è indispensab le agire nei giardini e nelle aree verdi private adiacenti alle abitazioni». Oltre alle manutenzioni e ai trattamenti imposti nell’Ordinanza Sindacale di cui sopra, di seguito alcuni suggerimenti altrettanto importanti: i contenitori d’acqua lasciati all’aperto devono sempre essere ben chiusi; svuotare completamente la piscina se si pensa di non utilizzarla; mettere negli stagni e nelle fontane pesci o altri animali acquatici che provvederanno ad eliminare completamente le larve; non scacciare dal giardino uccelli, libellule, pipistrelli e anfibi (rane e ranocchi) perché sono grandi predatori di zanzare sia allo stato larvale che adulto; svuotare settimanalmente i sottovasi delle piante; mettere un semplice filo di rame nei sottovaso. Al contatto con l’acqua il rame libera ioni attivi che riducono la fertilità delle zanzare femmine e uccidono le larve (mettete i fili di rame nei sottovasi già dall’inizio della primavera perché il processo necessita di 4/5 mesi per raggiungere la massima efficacia); se si abita in una zona con un’alta concentrazione di zanzare potrà essere opportuno trattare con prodotti chimici specifici. Si possono acquistare nei garden center e nei consorzi agrari. Utilizzando pompe a spruzzo a spalla o a mano, spruzzare il prodotto su siepi, prati e alberi avendo cura di trattare sotto i due metri d’altezza per evitare di colpire altri insetti che possono essere utili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento