rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Attualità

Zaia: «Asintomatici non vanno conteggiati come positivi»

«Adottare le nuove linee guida dell'ECDC anche per i ricoverati asintomatici». In quarantena una scuola su quattro, vaccini ad accesso diretto nel fine settimana per i bambini da 5 agli 11 anni

«Oggi la situazione epidemiologica del Veneto è complicata: l'incidenza a livello regionale è di 2.238 casi su 100mila abitanti, il tasso di occupazione delle terapie intensive ha raggiunto il 20% ma, per fortuna, l'area medica è al 25% (su un limite del 30%) quindi la prossima settimana non saremo in zona arancione. Secondo un modello straniero affidabile sull'andamento delle curve, la punta dei contagi sarà il 23 gennaio mentre il 12 febbraio arriverà il picco dei ricoveri». Il Presidente Luca Zaia apre così, giovedì 13 gennaio, il nuovo punto stampa dalla sede della Protezione civile di Marghera: «La prevalenza della Variante Omicron è al 65% in Veneto. Il prossimo rilevamento sarà il 17 gennaio ma di questo passo la gran parte dei veneti contrarrà il virus. L'ECDC in questi giorni ha modificato la definizione di caso positivo: sono tutte quelle persone con tampone positivo e malattie respiratorie acute o con sintomi pseudo influenzali. Gli asintomatici positivi al tampone non vanno considerati. Questo cambierebbe la storia del Covid nel nostro Paese. Il tema è capire quanto infettano gli asintomatici ma i dati ci dicono che in Veneto la percentuale di sintomatici è sempre più in calo. Come regioni chiederemo al Governo di adottare le linee guida ECDC per i positivi nella prossima conferenza Stato-Regioni. Non dover fare il tampone agli asintomatici sarebbe già una boccata d'ossigeno per i nostri Covid point».

Ospedali

«Sugli ospedali c'è un problema che riguarda i ricoverati per altre patologie rispetto al Covid che risultano positivi asintomatici al tampone d'ingresso in ospedale - continua Zaia - l'esempio più evidente sono le donne che devono partorire. Al Governo chiederemo di non considerare come casi Covid tutti questi pazienti. In Veneto oggi abbiamo trovato 224mila positivi ma in realtà quelli che hanno il virus sono molti di più. Nei primi 13 giorni di gennaio sono aumentate le percentuali di pazienti non vaccinati in terapia intensiva. La dose booster non fa finire in Rianimazione: a me spiace dirlo - conclude Zaia - ma senza i non vaccinati negli ospedali saremmo in zona bianca. Una scuola su quattro del Veneto è già in quarantena - annuncia il Governatore - Per fortuna le vaccinazioni stanno funzionando: questo fine settimana tutti i bimbi da 5 a 11 anni residenti in Veneto potranno vaccinarsi, accompagnati dai genitori, anche senza prenotazione in tutti i vax point della regione». 

Il bollettino di Azienda Zero

Nelle ultime 24 ore sono 18mila i nuovi positivi trovati in Veneto su 153.357 tamponi fatti per un'incidenza dell'11,71% ormai in calo da alcuni giorni e tra le più basse a livello nazionale. 224.145 le persone attualmente positive in Veneto. I ricoverati negli ospedali sono 1808 (+32 rispetto a ieri) di cui 1.602 in area medica e 206 nelle terapie intensive. 273 i pazienti non Covid in Rianimazione per un totale di quasi 500 terapie intensive attivate. 38 i decessi per Covid avvenuti nelle ultime 24 ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «Asintomatici non vanno conteggiati come positivi»

PadovaOggi è in caricamento