rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Aziende

Chiude con 68.000 utenti web raggiunti la nona edizione di Digitalmeet

Potti: «Abbiamo raccontato al paese quanto sia cambiato il digitale nell'ultimo periodo. E' necessario cavalcare l'onda e proiettarci in un futuro già in parte presente e sostenuto dalle risorse del Pnrr»

Sessantotto mila utenti web raggiunti, coinvolte 19 regioni italiane su 20 per un totale di 134 eventi in presenza o da remoto. Tutto reso possibile grazie a un esercito di volontari che hanno affiancato 285 speaker e 112 associazioni partner. Sta nei numeri il successo della nona edizione di Digitalmeet, il più grande e diffuso festival italiano sull’alfabetizzazione digitale per cittadini e imprese organizzato da Fondazione Comunica e I-Center TAG Padova. Un'’edizione diversa dal solito quella di quest’anno, a causa soprattutto del momento storico che il paese sta vivendo e che consente di mettere realmente in pratica un programma strutturato di digitalizzazione capillare su vari ambiti, grazie all’ampliamento delle competenze della popolazione e al Pnrr che ha stanziato le risorse economiche per affrontare questo sviluppo anche nei territori dove il digitale è più debole e meno presente.

Donne

Si è parlato della costante crescita delle studentesse nella scelta delle facoltà Stem (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica), seppur gli iscritti alle facoltà tecnico-scientifiche restano in maggioranza maschi; del ruolo strategico delle donne nello sviluppo digitale, con la presentazione in Senato della ricerca “Dal Soffitto al Diaframma di vetro – Imprese e carriere al femminile”, a cura del Professor Paolo Gubitta dell’Università di Padova in collaborazione con gli analisti di InfoCamere, che ha indagato sulla presenza femminile, più importante al Sud rispetto al Nord, al comando delle imprese in Italia.

Competenze digitali

È stato affrontato il tema delle competenze digitali, su cui l’Italia è ancora indietro anche se nell’anno e mezzo di pandemia sono stati fatti importanti passi avanti, attraverso le pillole digitali portate in tutta Italia nel corso degli eventi dai Digital Evangelist, gli ambassador regionali e gli Speaker. Si è parlato poi di crescita, di Digitalmeet – diventato ormai il più grande e diffuso festival italiano sull’alfabetizzazione digitale – e della crescita economica del Paese grazie anche alla prospettiva del Pnrr.

Gli organizzatori

«“Con la nona edizione di Digitalmeet abbiamo raccontato al paese quanto sia cambiato il digitale nell'’ultimo periodo - evidenzia Gianni Potti - e ognuno di noi nell'’anno e mezzo di pandemia si è trovato a fare i conti con il digitale e i suoi strumenti; è quindi necessario cavalcare l’onda e proiettarci in un futuro già in parte presente e sostenuto dalle risorse del Pnrr. Un’'occasione unica, quella che ci arriva dalle risorse del Pnrr, che non va sprecata e che dobbiamo gestire con grande oculatezza per fare in modo che tutti abbiano accesso alla connettività e all’alfabetizzazione digitale»”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude con 68.000 utenti web raggiunti la nona edizione di Digitalmeet

PadovaOggi è in caricamento