UniPDrama

UniPDrama

In sessione estiva, la classifica di gradimento delle aule studio dell'università di Padova

L'aula studio Jappelli

L’Ateneo di Padova offre ai suoi universitari la possibilità di studiare tutti insieme e appassionatamente all’interno di spazi comuni chiamati aule studio*. Si tratta di locali muniti di tavoli, sedie e servizi igienici, che poi, se vogliamo andare verso le cinque stelle, possono essere dotati anche di distributori automatici e finestre. Con la benedizione di Sant’Antonio, è iniziata la sessione estiva d'esame, e la corsa ai posti liberi nelle aule studio continuerà fino al 22 luglio.

Quello che gli studenti vogliono trovare in un’aula studio è il giusto equilibrio tra quiete e libertà. In sostanza, arrivare, uscire e ritornare quando si vuole, con la possibilità di concedersi delle pause, anche più lunghe di 15 minuti, per poi riavvolgersi nel silenzio collettivo. Piacere e dovere insieme.

Soddisfa queste necessità, l’aula studio Jappelli, che, con 184 posti, regala ore di studio sereno ai suoi variegati frequentatori. Aperta ogni giorno fino alle 23 (22 nel weekend), offre anche pause con vista alberata, degna dell’omonimo architetto paesaggista.

Con più o meno la stessa capienza e orari, la Tito Livio si trova in un punto strategico per l’ora di aperitivo: gli spritz dei bar limitrofi costano poco e guardare il passaggio dei tram è uno scacciapensieri.

Per gli stoici, quelli che non hanno intenzione di mollare dopo le 23, c’è la possibilità di concentrarsi altre due ore alla Paolotti, meglio conosciuta come “Pollaio”: 99 posti vicini, molto vicini, gli uni agli altri. Claustrofobica, ma efficace, perché nessuna distrazione esterna corrompe lo sguardo.

aula studio paolotti pollaio-2

La più capiente è la Galilei, 280 posti, anche per chi vuole studiare rumorosamente, grazie alla sala dove non vige l’obbligo del silenzio.

Non particolarmente gradite sono Marsala, l’ex Fiat e Vittore Branca, reputate troppo rigide dal punto di vista degli orari e regole interne.

(*Le aule studio sopracitate sono messe a disposizione dall’Unipd, ma ce ne sono molte altre che fanno capo a singole biblioteche e dipartimenti. Gli orari variano a seconda dei periodi dell’anno, per maggiori info, consultate questo sito web)

UniPDrama

Gli studenti rendono Padova viva, e alzare il sipario su questa realtà svela un mondo singolare. Drammi quotidiani, idee, storie e umori di attori inconsapevoli. Tra ribalta e retroscena, per conoscere e riconoscersi

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento