Giovedì, 28 Ottobre 2021
UniPDrama

Opinioni

UniPDrama

A cura di Federica Scandolo

Padova "sotterranea" nelle polaroid di Fabio Valente: una generazione dietro alle quinte

Posso farti una foto? Probabilmente, è la prima cosa che vorreste chiedere all'artista che vi piace. Ed è qui che inizia l'intuizione di Fabio Valente: "Amo fotografare i musicisti, ma solo nel dietro le quinte, nel backstage. In particolar modo preferisco l’attimo subito dopo il live, quando sono ancora carichi di adrenalina, sudati, ma in quel breve lasso di tempo tento di catturare la persona”.

"Personalmente vedo Padova come 'la città della musica', ci sono sempre molti eventi a cui partecipare e, cosa non da poco, è popolata da universitari, che per me sono una continua fonte di stimoli". Nell'ambiente, giovani emergenti gli chiedono: "Puoi farmi una foto?". Mentre gli altri, artisti o meno, aspettano l'iconico resoconto del dopo concerto; sarà un ricordo originale della nostra generazione.

I filtri "vintage" delle ultime tendenze social non c'entrano, è una ripresa autentica: "Non vedo la fotografia istantanea come una moda, molti fotografi o appassionati usano da anni questi supporti per le loro opere. C'è stata una battuta d'arresto quando Polaroid smise di produrre pellicole, ma per nostra fortuna l’azienda Impossible ha ripreso la produzione delle pellicole per le vecchie macchine e ne ha di recente fabbricata anche una nuova col proprio marchio. Mi sono avvicinato a questo mondo perché ero sempre insoddisfatto dei risultati della mia compatta digitale, facevo centinaia di scatti per poi tenerne solo un paio di buoni. Quasi per caso ho provato poi le pellicole istantanee, trovando finalmente quello che cercavo".

Fabio si dedica alla fotografia per passione, e Padova lo sta supportando molto: "Quello che purtroppo non riesco a raccontare attraverso le mie istantanee è l’aiuto e l’affetto con cui mi hanno accolto i collettivi già inseriti nell’ambiente, come Sherwood Foto (cso Pedro/Sherwood Festival), i 'giovani' Sotterranei e, non per ultimo, il Sig.Colella (Mame, Parco della Musica). Queste persone mi stanno aiutando molto nel progetto e per me sono preziosissime".

Si parla di

Padova "sotterranea" nelle polaroid di Fabio Valente: una generazione dietro alle quinte

PadovaOggi è in caricamento