UniPDrama

UniPDrama

Un pianoforte nella stazione di Padova per addolcire i "disagi" di Trenitalia

"I'm sitting in the railway station. Got a ticket for my destination. On a tour of one-night stands my suitcase and guitar in hand. And every stop is neatly planned for a poet and a one-man band". "Sono seduto in stazione. Ho un biglietto per la mia destinazione. Dopo un tour di concerti di una notte, con la mia valigia e la mia chitarra in mano. Ogni fermata è pianificata con attenzione per un poeta e una band di un solo uomo". (Homeward Bound, Simon and Garfunkel) 

Paul Simon scrive questa canzone nel 1964, mentre aspetta il treno in una stazione inglese. Ha voglia di tornare a casa, gli manca la fidanzata e la tounée di concerti non sta andando come sperava.

Succede spesso, troppo spesso, di ritrovarsi ad aspettare in stazione a Padova, con la valigia e, perché no, anche con la chitarra. Uno dei motivi di attesa più frequenti sono i ritardi dei treni, e chi è pendolare lo sa bene. Il Servizio ferroviario statale è diventato ormai famoso per i disagi dei quali prontamente si scusa; arrivare affannati in stazione e leggere sul tabellone che il proprio treno arriverà con vari minuti di ritardo, ormai non desta più stupore.

Per fortuna c’è un diversivo che addolcisce le lunghe attese, ma anche quelle più fugaci: il pianoforte. Questo bellissimo strumento presenzia nella stazione di Padova da quasi un anno ormai, e allieta ogni giorno gli umori di moltissimi viaggiatori. Però un pianoforte non suona da solo, sono i musicisti di passaggio a dargli vita; è un piacere vedere che c’è sempre qualcuno pronto a posare le mani sui tasti. E forse, un giorno, una grande canzone nascerà dall’emozione che suscitano le note di questo piano.

La melodia si mescola con la voce registrata che annuncia i treni e le comunicazioni di servizio, mentre il ritmo si confonde con il rumore frenetico dei treni.

UniPDrama

Gli studenti rendono Padova viva, e alzare il sipario su questa realtà svela un mondo singolare. Drammi quotidiani, idee, storie e umori di attori inconsapevoli. Tra ribalta e retroscena, per conoscere e riconoscersi

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento