Venerdì, 14 Maggio 2021
Padova da Vivere

Opinioni

Padova da Vivere

A cura di PadovaOggi

Comuni del Padovano, Brugine origine del nome ed alcune curiosità

La villa Roberti Bozzolato (foto: mercatinobrugine.org)

Il toponimo del comune di Brugine secondo alcuni studiosi deriva dal sostantivo latino Brugum che significa ‘borgo’ e indica le piccole dimensioni originarie dell’insediamento urbano. In realtà a partire dai primi secoli dopo il Mille viene citata nei documenti con i nomi di Brudicine o Brudizine o Bruzene, termine utilizzato ancora nel dialetto locale. All’epoca il territorio era caratterizzato dall’abbondanza di vegetazione e di acque: infatti, era attraversato dal Retrone, attualmente chiamato Bacchiglione, e da una parte del Brenta, individuato come Medoacus Minor. Successivamente furono realizzate delle opere di sistemazione delle acque dai signori di Padova che deviarono il corso dei fiumi.

CUSIOSITA'. Luogo di particolare interesse storico è villa Roberti Bozzolato: risale alla prima metà del XVI secolo ed è un’imponente costruzione immersa nel verde, dotata di una scalinata d’ingresso scenografica, e progettata dall’architetto Andrea da Valle. All’interno sono conservati numerosi affreschi con scene mitologiche attribuiti al Veronese. Nel suo immenso parco anche platani di origine secolare. All'interno della barchessa si svolge il mercatino dell'antico e dell'usato. E' inoltre sede del centro internazionale di storia della nozione di storia e della misura del tempo e edello spazio. Brugine ha una sola frazione, Campagnola. Tra le personalità di Brugine si ricorda il "genio dei jeans" Renzo Rosso fondatore di marchi quali Diesel.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Comuni del Padovano, Brugine origine del nome ed alcune curiosità

PadovaOggi è in caricamento