rotate-mobile

Tante idee per vivere Padova al meglio: segui il nostro blog per rimanere aggiornato sulle novità più interessanti su locali e ristoranti, attività all'aria aperta, shopping, eventi e sport. Per sfruttare al meglio il tuo tempo libero e... scoprire i piccoli tesori vicino a casa. Vuoi diventare protagonista del blog? Inviaci la tua segnalazione

Padova da Vivere

Padova e il grande cinema: sul set de "Il gatto dagli occhi di giada"

"Il gatto dagli occhi di giada" è un film giallo del 1977 diretto da Antonio Bido, al suo esordio come regista ed interpretato da Paola Tedesco e Corrado Pani. La pellicola parte da Roma per poi trovare in una Padova desolata e decandente il suo segreto.

LA TRAMA.

Mara, giovane attrice di cabaret, recandosi dal farmacista Biagio Dezzan, intravede l'assassino del medesimo. Sottoposta ad aggressioni fortunosamente fallite, la donna si rivolge all'amico Lukas al quale, esperto di sincronizzazioni sono-magnetiche, si rivolge anche un altro perseguitato, l'usuraio Giovanni Bozzi. Nel frattempo viene uccisa anche l'insegnante Smeralda Messori. Lukas, dopo avere scoperto che le due vittime e il Bozzi avevano tutti fatto parte della giuria popolare che aveva condannato l'innocente Pasquale Ferrante, indirizza i suoi sospetti su di questo che nel frattempo era fuggito dal carcere; anzi, incautamente rivela i propri sospetti al giudice del medesimo processo. Chiamato a Padova dal Buozzi, Lukas lo trova assassinato ma riesce a interrogare delle anziane signore che lo portano a scoprire la verità: il Dezzan, la Messori e il Bozzi furono, nel corso dell'ultima guerra i delatori della famiglia ebrea del futuro giudice. Tornato a Roma, Lukas salva Mara, raccoglie la confessione del giudice e del figlio, esecutore materiale delle vendette; quindi assiste alla loro morte.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padova e il grande cinema: sul set de "Il gatto dagli occhi di giada"

PadovaOggi è in caricamento