menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“No aver e fasine al cuert", modo di dire veneto per una persona un po’ “matta”

“No aver e fasine al cuert", modo di dire veneto per una persona un po’ “matta”. Letteralmente significa “non avere le fascine al coperto”. Dunque, se le fascine non sono dove devono essere, significa che qualcosa è fuori posto; e nel dialetto veneto “no aver fasine al cuert” è sintomo di pazzia.

Questo modo di dire popolare affonda le sue radici nella tradizione rurale e richiama l’antica usanza di mettere al coperto fasci di rami per vari scopi futuri, come accendere la stufa durante l’inverno per esempio.

Analogamente, la lingua italiana riserva molti modi di dire affini: “essere fuori”, “avere le rotelle fuori posto”, “essere fuori con le carte”. Tutti designano una condizione di anormalità, e la persona a cui si riferiscono è considerata un po’ “matta”. Non ha sempre una connotazione negativa, infatti lo si usa in modo colloquiale anche per indicare una persona impulsiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Attualità

Perquisizioni e ostacoli alle Coop: il Dap "commissaria" il Due Palazzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento