Contributi fino a 700 euro per chi installa la caldaia nuova: tornano gli incentivi per l'ambiente

Il Comune di Carmignano di Brenta eroga altri 10mila euro per il primo semestre 2020 ai cittadini che sostituiranno le vecchie caldaie nelle abitazioni con apparecchi ad alta resa

(foto: archivio)

Diecimila euro totali, e fino a 700 euro per ciascun privato che si impegni a sostituire la vecchia caldaia con un apparecchio nuovo, dall'alta resa e dalle basse emissioni. Prosegue l'impegno dell'amministrazione comunale di Carmignano di Brenta per il rispetto dell'ambiente: dopo i 40mila euro erogati nel 2019, per i primi sei mesi del nuovo anno ne vengono messi a disposizione altri 10mila.

Un piano ad ampio spettro

L’investimento si colloca nell’ambito delle misure per il miglioramento della qualità dell'aria che prevedono, oltre a un importante piano per lo sviluppo delle piste ciclabili per ridurre il traffico veicolare, anche l’efficientamento dell’illuminazione pubblica e la piantumazione di nuovi alberi. «Nel nostro comune le emissioni di anidride carbonica (CO2) derivanti dalle abitazioni private rappresentano il 15,19% alle emissioni complessive. il riscaldamento domestico è dunque un settore prioritario su cui intervenire per abbassare i consumi e le emissioni - spiega il sindaco Alessandro Bolis - Ecco perché abbiamo deciso di rifinanziare il piano di incentivi per la sostituzione di impianti di riscaldamento o di caldaie installate da almeno dieci anni con una caldaia di nuova fabbricazione, a alto rendimento energetico e a basso livello di emissione di inquinanti». «É una cifra importante per il nostro comune: 3,9 euro ad abitante rispetto ai circa 10 centesimi dell’analogo contributo da parte della Regione e ai circa 10 centesimi da parte della Provincia - ha commentato l’assessore Andrea Bombonati - Nel 2019 hanno aderito alla misura 39 cittadini».

Come si accede ai fondi

La domanda per accedere al finanziamento può essere presentata fino al 31 agosto, per installazioni dal 1 gennaio al 31 agosto. Il criterio per l'ammissione al contributo è l’ordine cronologico di ricezione delle domande all'ufficio protocollo e comunque fino ad esaurimento dei fondi. Saranno finanziabili anche le installazioni di una nuova caldaia in edifici sprovvisti di impianto di riscaldamento e dotati unicamente di impianti alimentati a biomassa e l’installazione di dispositivi di termoregolazione in abbinamento a dispositivi di contabilizzazione dei consumi di calore in ogni unità immobiliare, valvole termostatiche atte a regolare la temperatura di ogni singolo ambiente tramite variazione automatica della portata di acqua dei radiatori. Per le caldaie il contributo concesso è pari al 50% della spesa sostenuta documentata, fino a un massimo di 700 euro; per la sostituzione di una caldaia a gasolio il contributo è aumentato di una quota fissa di 200 euro. Per le valvole termostatiche il contributo è pari al 50% del costo complessivo sostenuto, fino ad un importo massimo di 500 euro. Possono presentare domanda i cittadini proprietari di immobili destinati a uso residenziale e non, ubicati nel territorio del comune di Carmignano e i locatari/usufruttuari/titolari del diritto di abitazione residenti nel comune che utilizzano gli impianti e abbiano la responsabilità della manutenzione dell’impianto termico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alloggi Erp: al via le assegnazioni

  • Superbonus 110%, Cna Padova lancia la task-force per aiutare cittadini e imprese

  • Inquinamento in casa: consigli e rimedi per un ambiente sano

  • Progettare e realizzare una cabina armadio: tutti i consigli

  • Compravendite case: in calo la percentuale di acquisti per investimento

  • Bando per fondo sostegno dell'affitto (Fsa) 2019/2020, ecco come ottenerlo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento