rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

150.000 km in più coperti dai bus, nuovi percorsi. Dal 3 aprile si rinnova il trasporto pubblico in città

Presentate a Palazzo Moroni le attese modifiche alle linee. Entreranno in vigore da martedì 3 aprile 2018 nell’ambito del piano Più Bus. Conferenza stampa a Palazzo Moroni

Il Comune di Padova e Busitalia Veneto annunciano in una conferenza in sala giunta di palazzo Moroni le attese modifiche alle linee del trasporto pubblico locale che entreranno in vigore da martedì 3 aprile 2018 nell’ambito del piano Più Bus. “I cittadini - parte in quarta il sindaco Giordani - da mesi chiedono un rinforzo e il miglioramento del servizio. Li abbiamo ascoltati e oggi presentiamo quelle che sono le novità per quanto riguardo il trasporto pubblico. “Siamo alla fine di un percorso che è stato molto lungo ma non semplicissimo. Il servizio è pagato con fondi regionali e quindi abbiamo dovuto fare i conti con i parametri e i limiti fissati”.

150.000 Km in più

Il vice sindaco e ass. alla mobilità Arturo Lorenzoni: “Certo non si può accontentare tutti. C’erano esigenze specularmente opposta, la nostra priorità è stata quella di razionalizzare ed estendere il servizio. 150.000 km in più percorsi ci saranno. La prima innovazione riguarda è il diretto piazze che percorrerà nuovamente anche la parte verso est, da Pescarotto, Stanga fino al centro città. Altra novità è la razionalizzazione delle linee 10 e 18. Queste sono modificate che vanno nella direzione che vuole porre le basi al futuro del trasporto cittadino. Con il nuovo 10 abbiamo gettato le basi di quello che sarà il nuovo asse di forza della futura linea del tram Sir 3. L’azienda si è messa al tavolo con un atteggiamento costruttivo e propositivo. E’ prioritario il ruolo del trasporto pubblico. Ogni km in più che andiamo a fare di servizio costa all’amministrazione 2,2 euro. Le risorse che abbiamo a disposizione cerchiamo di impiegarle per dare risposte più efficaci”.

Schermata 2018-03-03 alle 13.37.55-2

I dettagli

Sempre Lorenzoni: “Con queste modifiche non c’è nessuna linea che è stata tolta, noi oggi stiamo parlando di corse in più. il servizio che c’è stato fino ad adesso ci sarà anche poi. Le corse rimangono le stesse, anche le frequenze. Al diretto piazze sarà estesa la fascia oraria. La linea 5 avrà una modifica nell’ultimo tratto, finirà in ospedale. Adesso c’è un collegamento diretto che prima non c’era.Il 5 da riviere e prato consente anche questo di andare verso ospedale. Le linee 10 e 18 saranno riunificate su quelle del 10. Il 24 finiva alla stazione, adesso andrà a terminare al plebiscito. Aumentano poi in maniera sensibile le corse da e per l’Arcella. Dalle 140 corse del 15 e 24, a 225. Un 60% di corse in più. Eliminiamo in 15 /, rimarrà solo il 15”.

Le intenzioni 

«Vogliamo continuare a migliorare il trasporto pubblico locale per renderlo più efficiente, appetibile, gradevole – sottolinea il Vicesindaco e assessore alla Mobilità – Modificare le linee è un lavoro complesso perché deve tenere conto dell’intero sistema. Grazie a un forte investimento del Comune non solo siamo andati incontro alle esigenze degli utenti per quanto riguarda i tracciati, ma abbiamo anche esteso il servizio anticipando ad esempio le corse del 5 e quelle del Diretto Piazze. Il 24 invece collegherà in maniera più veloce e continua l’Arcella con la zona Ospedale e questo consentirà di utilizzare il parcheggio del Plebiscito come scambiatore proprio per l’Ospedale». Molto soddisfatto anche Giordani, anche se l’invito tra il serio e l’ironico è quello di fare in fretta, essere più veloci nel trovare le soluzioni: “Noi abbiamo ascoltato tutti, i percorsi ce li ha detti la gente. Primo accolto stanga che va in centro. Abbiamo tolto anche i semafori dalla stazione”.

Schermata 2018-03-03 alle 13.36.56-3

Più bus

«Più Bus non è un punto d’arrivo, ma la prima tappa del percorso di dialogo intrapreso con l’Amministrazione comunale e di confronto con l’utenza – ribadisce il presidente di Busitalia Veneto Andrea Ragona – Senza aumento dei costi per gli abbonamenti o per i titoli di viaggio singoli, oggi possiamo annunciare il prolungamento e il potenziamento di alcune linee e l’aumento delle frequenze di alcune corse. Con Più Bus i mezzi della flotta Busitalia Veneto percorreranno, nel 2018, 150.000 chilometri in più: quanto quattro volte la circonferenza del globo terrestre. Tra le modifiche l’estensione della linea 10, che sostituisce la vecchia 18, consentirà, agli utenti di Ponte di Brenta, di usufruire di un servizio più ampio e costituirà un importante asse est-ovest. Il Diretto Piazze ora collegherà la Stanga con il centro storico, mentre la nuova linea 5 prolungherà il suo percorso oltre la stazione connettendo direttamente la zona Sud-Ovest con il complesso ospedaliero. L’Arcella, grazie alla nuova linea 24, sarà strettamente connessa con gli Ospedali all’Arcella con 225 corse totali, rispetto alle 140 di prima: il 60% in più.».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

150.000 km in più coperti dai bus, nuovi percorsi. Dal 3 aprile si rinnova il trasporto pubblico in città

PadovaOggi è in caricamento