Giornata mondiale del bambino prematuro, il ringraziamento dell'AASI al personale medico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Riceviamo e pubblichiamo:

"L’Associazione Autisti Soccorritori Italiani, attenta alle problematiche quotidiane inerenti i temi del settore sanitario, in occasione della Giornata mondiale del neonato prematuro celebrata in tutto il mondo il 17 novembre, offre un momento di riflessione su questa categoria di neonati e sugli sforzi che autisti soccorritori e personale medico e infermieristico esercitano ogni volta che vengono attivati per il servizio in emergenza neonatale - STEN.

Il servizio viene svolto secondo le linee guida del Ministero della Salute e delle Regioni, in collaborazione con le centrali del 118 e le aziende ospedaliere - in particolare i reparti UTIN - 24 ore su 24, grazie a uomini e donne, autisti soccorritori, operatori di centrale, infermieri e medici, “attori dell’assistenza alla vita” con mezzi debitamente attrezzati di termoculla a sostegno di questi piccoli e fragili neonati e delle loro famiglie, trasferendoli in tutta sicurezza nei poli ospedalieri maggiormente attrezzati.

Con questa nota, l’AASI esprime i più sinceri ringraziamenti a tutto il personale impiegato in questo servizio a sostegno e tutela della vita, che ognuno, con le proprie competenze, silenziosamente, svolge al massimo delle proprie possibilità, con l’obiettivo di sicurezza e sostegno alla vita".

Torna su
PadovaOggi è in caricamento