50 restauratori da tutto il mondo a scoprire i dettagli dell’intervento che riporterà Villa Giovanelli Colonna agli antichi splendori

Porte aperte in anteprima, nel pieno dell’importante restauro che permetterà alla storica residenza di Noventa Padovana, costruita alla fine del seicento da Giovanni Paolo e Giovanni Benedetto Giovanelli, di tornare a splendere nel giro di pochi mesi

Porte aperte in anteprima, a Villa Giovanelli Colonna, nel pieno dell’importante restauro che permetterà alla storica residenza di Noventa Padovana, costruita alla fine del seicento da Giovanni Paolo e Giovanni Benedetto Giovanelli, di tornare a splendere nel giro di pochi mesi.

Restauratori

E' stata l’occasione per vedere e capire meglio a che punto è il restauro, è stata colta al volo nel corso di una visita organizzata da Assorestauro nell’ambito di Ferrara Fiere Congressi, portando oltre 50 restauratori da tutto il mondo a scoprire i dettagli dell’intervento che riporterà Villa Giovanelli Colonna agli antichi splendori. Uno degli aspetti principali sui quali si è intervenuto è stato quello legato alle opere d’arte contenute all’interno della dimora. «Le decorazioni e gli affreschi della villa sono straordinari e di una bellezza unica. Il nostro compito, in questi primi sei mesi di lavori, è stato quello di verificarne lo stato e di intervenire dove necessario – spiega Paolo Pagnin, titolare di Lithos, incaricata del restauro degli aspetti decorativi della Villa – in alcuni casi ci siamo trovati di fronte ad affreschi ancora intatti nonostante il passare del tempo. In altri casi siamo intervenuti e tuttora siamo in attività così da far si che, come da cronoprogramma, tutto sia pronto per la metà del 2020. Stiamo parlando di quasi 3000 metri quadri di superficie di rara bellezza che a breve tornerà quindi ai fasti che merita».

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulle tempistiche del restauro e sugli aspetti più tecnici, sono intervenuti l’architetto Claudio Menichelli e l’ingegner Gianni Breda dello studio W.E.I.’N Venice, incaricati di dirigere e progettare l’intervento: “L’intervento è molto complesso e ci porta ad avere la massima attenzione. Dal punto di vista impiantistico siamo intervenuti senza intaccare la storicità della villa, evitando la presenza di elementi tecnologici in vista, sfruttando al meglio lo spazio esterno e facendo si che gli impianti non siano visibili, né vadano ad intaccare l’aspetto originale della residenza. Dal punto di vista della solidità, abbiamo ridato vigore alle parti lignee intervenendo in quelle particolarmente ammalorate con tecniche all’avanguardia. Abbiamo migliorato la solidità della residenza con accorgimenti antisismici moderni. La villa sarà dotata poi di un ascensore realizzato con i dovuti modi e sistemi per salvaguardarne l’integrità, così da abbattere anche le barriere architettoniche e permettere a tutti di raggiungere la residenza. Se non ci saranno intoppi, a giugno 2020 la Villa sarà pronta a riaprire”.

Bellezze architettoniche

Soddisfatti ed entusiasti i restauratori stranieri che proprio a Noventa Padovana hanno concluso il viaggio attraverso alcune tra le bellezze architettoniche italiane, partito da Milano per poi arrivare a Bergamo, Verona, Venezia e appunto, oggi, a Villa Giovannelli. L’utilizzo futuro dipenderà, ovviamente, dalle volontà di proprietari ed enti pubblici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento