rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca Codevigo

A Codevigo l'agri-grill con i consigli del tutor del barbecue

Gli stessi operatori agricoli presidiano i fuochi su aree attrezzate consigliando la legna e fornendo carni verdure ovvero gli ingredienti essenziali per il pasto migliore all'aria aperto, in sicurezza

Resiste la tradizione del picnic con circa 6 milioni di italiani che hanno scelto di trascorrere il giorno di Ferragosto all’aria aperta con grigliate sul posto o piatti portati da casa, nelle località risparmiate dal maltempo. E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè dalla quale si evidenzia che un italiano su due (50%) ha deciso di non restare comunque a casa per il “capodanno” d’estate per raggiungere parenti/amici, andare in vacanza o per fare una semplice gita in campagna, in montagna o al mare.

Codevigo

A Codevigo l'appuntamento per famiglie e vacanzieri che vogliono gustare carne e prodotti a kmzero. Qui gli agricoltori mettono a disposizione tavoli e panche per stare in sicurezza. «Sono circa mezzo milione – continua la Coldiretti - i turisti che hanno scelto di trascorrere il Ferragosto 2022 in agriturismo all’insegna della buona tavola e del relax all’aria aperta, garantendosi comunque protezione all’interno delle strutture in caso di maltempo, con un aumento del 10% anche grazie al ritorno degli stranieri, sulla base delle indicazioni di Terranostra e Campagna Amica. Molti agriturismi si sono attrezzati per la giornata di Ferragosto con l’offerta di alloggio e di pasti completi ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia ricorrendo eventualmente solo all’acquisto dei prodotti aziendali a chilometri zero di Campagna Amica».

Indicazioni

«Quest’anno con il propagarsi degli incendi particolare attenzione deve essere rivolta alle grigliate. La prima regola da seguire nel bosco è – sottolineano da Coldiretti – quella di evitare di accendere fuochi non solo nelle zone boscate, ma anche in quelle coltivate o nelle vicinanze di esse, mentre nelle aree attrezzate, dove è consentito, occorre controllare costantemente la fiamma e verificare prima di andare via non solo che il fuoco sia spento. Inoltre non abbandonare mai rifiuti o immondizie nelle zone boscate o in loro prossimità e in particolare, evitare la dispersione nell’ambiente di contenitori sotto pressione (bombolette di gas, deodoranti, vernici, ecc.) che con le elevate temperature potrebbero esplodere o incendiarsi facilmente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Codevigo l'agri-grill con i consigli del tutor del barbecue

PadovaOggi è in caricamento