rotate-mobile
Cronaca Cittadella

Scarpe, tessuti e manichini abbandonati a bordo strada: la polizia locale rintraccia i trasgressori

Grazie a una verifica sul transito veicolare di tutti i mezzi in possesso dell'attività in questione (attraverso la lettura dei varchi elettronici) gli agenti hanno trovato gli autori dell'abbandono dei rifiuti

Agenti di polizia locale del Comune di Cittadella sono intervenuti nei giorni scorsi in via San Rocco a seguito di una segnalazione di un residente per l'abbandono di una considerevole quantità di sacchi di plastica neri chiusi lungo la banchina stradale.

Rifiuti

Gli agenti intervenuti hanno constatato la presenza al loro interno di rifiuti urbani e altri rifiuti più attinenti ad attività commerciali o artigianali quali tessuti, carte, cartoni, scarpe e alcuni pezzi di manichini, propri di negozi di abbigliamento: un'attività di sgombero illecita, dunque, e grazie a una più attenta analisi del contenuto e ad un'attenta attività di riscontro di segnalazioni pervenute e indizi raccolti si è giunti all'individuazione di un'attività commerciale con sede nell'Alta Padovana. È stata quindi compiuta una puntuale verifica sul transito veicolare di tutti i mezzi in possesso dell'attività in questione attraverso la lettura dei varchi elettronici presenti sulla SP 47 da Limena a Cittadella, e grazie ai report dei sistemi di controllo gli agenti sono riusciti ad accertare in capo all'azienda in questione la violazione delle norme del Testo Unico Ambientale nonché altri aspetti del Regolamento Comunale di Polizia Urbana per una serie di sanzioni commisurate alla gravità della condotta (oltre all'obbligo imposto di ripristino dello stato dei luoghi mediante pulizia dell'area).

Cittadella

L'amministrazione comunale di Cittadella invita i cittadini a segnalare al corpo di polizia locale tali fenomeni illeciti, avendo l'accortezza di segnare sempre il numero di targa o ricordarsi tipo e marca del veicolo, così da permettere un controllo della videosorveglianza urbana e di tutti gli altri possibili riscontri, e consentire così di sanzionare tali episodi di evidente mancanza di rispetto non solo per le normative ambientali e di convivenza civile, già grave di suo, ma anche per la cittadinanza stessa, per la più parte sempre attenta alla tutela dell'ambiente e al corretto smaltimento dei rifiuti. Afferma in merito il sindaco Luca Pierobon: «Agli incivili e ai furbetti dei rifiuti non daremo tregua. I pochi che deturpano l'ambiente e gli spazi pubblici devono essere consapevoli che telecamere e cittadini sono le nostre risorse per colpire l'inciviltà e lo spregio per l'ambiente. Ciò consentirà sempre più spesso di colpire tali soggetti, perché le loro attività scorrette poi finiscono per essere a carico di tutta la comunità cittadina, che si deve far carico dello smaltimento. Questa volta non è accaduto, e di questo bisogna ringraziare i cittadini attenti, che hanno visto e segnalato e non si sono girati dall'altra parte. È necessario prestare maggiore attenzione su questi fenomeni senza paura e supportando le forze di polizia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarpe, tessuti e manichini abbandonati a bordo strada: la polizia locale rintraccia i trasgressori

PadovaOggi è in caricamento