rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022

L'ex hotel Rio d'Oro è stato abbattuto. Nascerà una nuova casa di riposo

Alle 10 di oggi, 18 settembre, l'edificio è stato demolito, venendo giù in un istante dentro una scenografia tricolore

E' stato abbattuto l'ex Hotel Rio d'Oro di Montegrotto (in basso anche le immagini riprese dall'alto). Alle 10:13 di oggi, 18 settembre, l'edificio è stato demolito, venendo giù in un istante dentro una scenografia tricolore. L’ex albergo era un edificio di 8 piani per un totale di 26.000 metri cubi che giaceva in stato di degrado da 15 anni, in grave stato di abbandono e in un’area potenzialmente pericolosa per la presenza di numerose sostanze inquinanti rilevate all’interno del fabbricato. La delicata fase di bonifica del sito, costata quasi un milione di euro, è durata circa un anno, sotto il controllo e la supervisione dell’Arpav e dello Spisal, e ha restituito un’area completamente risanata sulla quale è stata effettuata l’operazione di demolizione dell’edificio mediante cariche controllate, che faranno implodere l’edificio alto otto piani, e ridurranno notevolmente le tempistiche e di conseguenza i disagi per la popolazione limitrofa al cantiere. Con la sua demolizione lascerà spazio ad una casa di riposo. Dalle 10 alle 13, la zona attigua all’ex hotel è stata blindata e inaccessibile. Più di 80 le famiglie "evacuate".

Casa di riposo 

La nuova casa di riposo per anziani non autosufficienti avrà 120 posti letto convenzionati, di cui 44 in stanza singola e 38 in stanze doppie e il personale impiegato raggiungerà circa le 100 unità. Sarà all’avanguardia sotti il profilo della qualità degli spazi, del servizio, delle tecniche costruttive e del contenimento dei consumi energetici. All’interno dell’area verrà inoltre realizzato, secondo quanto previsto dalla Convenzione firmata tra il soggetto attuatore ed il Comune, un centro destinato alla medicina di gruppo, di circa 260 metri quadri, dotato di un’area a parcheggio complessivamente di 2.300 metri quadri e un’area a verde pari a 4600 metri quadri, che sarà ceduto al comune al termine dei lavori. Il progetto è stato curato dallo Studio Archipolis ,degli architetti Antonio Venturato e Pietro Ragazzo di Padova, che hanno una pluriennale esperienza nella riqualificazione urbana e nella progettazione di edifici complessi con funzione sociale e socio sanitaria. Sotto il profilo energetico l’edificio sarà in classa A, con impianti ad altissima efficienza, utilizzerà fonti di energia rinnovabile e avrà  «Zero emissioni»  in atmosfera.

Video popolari

L'ex hotel Rio d'Oro è stato abbattuto. Nascerà una nuova casa di riposo

PadovaOggi è in caricamento