Accademia italiana della cucina: 50 anni a Padova

La Delegazione padovana dell’Aic festeggia sabato 19 novembre, presso l’Hotel Ristorante “La Bulesca” di Rubano, il cinquantesimo anno della sua fondazione, con un doppio evento, convegno e conviviale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Nata nel 1961, la Delegazione padovana dell’Aic festeggia sabato 19 novembre, presso l’Hotel Ristorante “La Bulesca” di Rubano, il cinquantesimo anno della sua fondazione, con un doppio evento, convegno e conviviale, a cui sono invitati tutti gli Accademici di Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia; partecipano le istituzioni e importanti relatori, quali il prof. Ulderico Bernardi e il dott. Renato Malaman.

Tema della giornata è “Il sociale in cucina”, che viene affrontato nell’ambito del convegno dedicato alla cucina nel padovano dagli anni Sessanta ad oggi. L’apertura dei lavori è prevista per le ore 9.30, con il saluto e l’introduzione del prof. Cesare Bisantis, delegato di Padova. Segue l’assegnazione di un premio intitolato, per l’appunto, “La Gastronomia che opera nel sociale”, conferito al laboratorio di pasticceria della “Casa di Reclusione” di Padova e alla Scuola di cucina e panificazione dell’Opera Ca’ Edimar, organizzazioni padovane che utilizzano la cucina come strumento di recupero e reinserimento nella società di soggetti difficili. Intervengono il dott. Nicola Boscoletto, Presidente del Consorzio Sociale Rebus, e il prof. Mario DuPuis, Responsabile dell’Opera Ca’ Edimar.

Dopo la presentazione di due ricette della tradizione storica locale, “il gran bollito alla padovana” e “l’oca in onto”, vengono premiate con la consegna di una targa le due più antiche drogherie di Padova, Dal Zio e Zuin. La giornata si conclude con la conviviale alle ore 13.30, organizzata in onore del Presidente Nazionale dell’Accademia Italiana della Cucina, il prof. Giovanni Ballarini.

L’Accademia Italiana della Cucina, associazione senza scopo di lucro e autofinanziata, conta più di 7500 iscritti ed è affermata non soltanto sul suolo nazionale, con le sue 212 Delegazioni, ma è anche l’unica associazione gastronomica italiana presente in tutto il mondo, con ben 78 Delegazioni disseminate in ciascun continente.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento