Prima lo insulta poi lo riempie di coltellate: un 35enne è stato arrestato per lesioni aggravate

I motivi del gesto sono forse riconducibili alla gelosia. Un 35enne tunisino ha accoltellato un connazionale di 32 anni, provocandogli un'emorragia. La polizia ha arrestato l'aggressore e lo ha portato in carcere

Ha attirato con una scusa la vittima, l’ha trascinata nel suo appartamento e riempita di profonde coltellate. Un 35enne tunisino ha aggredito un connazionale di 32 anni di fronte alla fidanzata di quest’ultimo, di cui forse era invaghito. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’aggressione

Erano le due e mezza della notte tra martedì 28 e mercoledì 29 luglio quando è arrivata una chiamata alla sala operativa della Questura: una persona parlava di un’aggressione brutale. Gli agenti si sono recati in via Turazza e hanno trovato una scena da brividi: il sangue era ovunque e a terra giaceva un 32enne tunisino, ricoperto di tagli. L’uomo è stato portato in ospedale con un'emorragia alla gamba destra e ferite su tutto il corpo. A ridurlo in quel modo è stato un connazionale di 35 anni. L’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari, aveva visto arrivare il 32enne che stava andando dalla fidanzata al piano di sopra. Lo ha avvicinato sul pianerottolo e hanno iniziato a discutere, forse per motivi di gelosia. Poi il 35enne ha preso un coltello da cucina, lo ha trascinato in casa e lo ha colpito a più riprese di fronte agli occhi sgomenti della fidanzata della vittima e degli altri inquilini, che hanno dato l’allarme. Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato un coltello con lama seghettata e un taglierino intriso di sangue, che sono stati sequestrati. Il 35enne è stato arrestato per lesioni aggravate e portato in carcere, dato che aveva già diversi precedenti penali per spaccio e reati contro il patrimonio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • Il miglior panettone del mondo si trova alla pasticceria Estense: Francesco Luni vince l’oro assoluto

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

  • Crisanti lascia Padova e va allo Spallanzani

  • BEƎ: sui colli Euganei una struttura mobile per vivere esperienze uniche

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento