Attenzione alle truffe dei finti tecnici: i falsi problemi di contaminazione dell'acqua

AcqueVenete mette in guardia la popolazione dopo nuovi casi di tentata truffa da parte di delinquenti che si spacciano per operatori della società che fornisce acqua anche nel Padovano

(foto: archivio)

«L'acqua nella sua zona è contaminata. Non dovete assolutamente usarla, verremo di persona a fare un controllo». Pur con tante varianti è sempre questo lo stratagemma usato da abili truffatori per raggirare inermi cittadini. A segnalare nuovi casi sospetti è la società AcqueVenete, che invita tutti i padovani a non cedere i propri dati personali né far entrare in casa sconosciuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le truffe

«Il nostro personale non chiederà mai di entrare nelle abitazioni per effettuare analisi dell’acqua, raccogliere dati sensibili degli utenti o chiedere pagamenti di persona. Per altre necessità tecniche è possibile che AcqueVenete debba contattare gli utenti ma in questo caso è sempre munito di un cartellino identificativo» fa sapere l'azienda. La precisazione arriva dopo l'ennesima segnalazione da parte di un cittadino che pochi giorni fa ha ricevuto sul telefono fisso di casa la chiamata di un uomo che si spacciava per un addetto della società. Il sedicente tecnico gli ha detto che l'acqua nella sua zona era contaminata e che non avrebbe dovuto usarla, con il probabile intento di creare l'occasione per recarsi di persona a casa del malcapitato e approfittarne per derubarlo o per chiedere indebiti pagamenti. «L’informazione è del tutto falsa: l’acqua erogata da AcqueVenete è sempre potabile e tutti gli utenti possono controllarne i parametri sul nostro sito internet» aggiunge il gruppo con sede a Monselice. AcqueVenete chiede a tutti i cittadini di segnalare alle forze dell'ordine eventuali episodi sospetti e di informarsi con il servizio clienti (800.991544) per ricevere tutte le indicazioni necessarie in caso di dubbi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

  • Incidente a Legnaro, investito un pedone sulle strisce: portato in ospedale con codice rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento