menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sito e-commerce rimbalza il numero: Ascom bersagliata di telefonate di clienti scontenti

L'associazione padovana ha voluto fare chiarezza sull'episodio che ha portato svariate persone ad alzare la cornetta e a comporre il numero dell'Ascom per lamentare la mancata consegna di scarpe comprate sul web. Colpa di un problema di "memoria della rete"

Svariate telefonate sono arrivate all'Ascom di Padova da parte di persone che lamentavano il mancato recapito di scarpe acquistate on line. L'associazione, ha così cercato di fare chiarezza sull'accaduto, perchè totalmente estranea dai fatti.

RETE DIPLI. Dopo alcune ricerche è emerso che la segreteria di “Servizi & Sviluppo”, il raggruppamento delle attività del terziario “smart” dell’Ascom Confcommercio di Padova, qualche anno addietro, aveva acquisito un dominio internet, “Rete Dipli”, poi dismesso ma, guarda caso, come ha avuto modo di confermare la polizia postale subito contattata dall’Ascom, è stato depositato pari pari da un soggetto nello stato americano dell’Arizona.

E-COMMERCE. “Purtroppo – spiegano all’Ascom – se si digita su Google “retedipli.it” il motore di ricerca apre la pagina di Saucony, società che vende scarpe attraverso l’e-commerce. Fin qui, si potrebbe dire, poco male anche se il fastidio di vedersi abbinati inopinatamente ad un marchio, non può far di certo felici. Il problema diventa però più consistente se, come hanno avuto modo di segnalare alcuni clienti di questa società, le scarpe, pur se regolarmente pagate, non sono mai arrivate a destinazione".

COPIA CACHE. “A quel punto – continuano gli addetti della segreteria di “Servizi & Sviluppo” - i clienti per così dire “insoddisfatti” (ma il termine non rende esattamente l’idea dello stato d’animo di chi era all’altro capo della comunicazione) hanno digitato “retedipli.it ” e la schermata ha mostrato parte della famigerata copia cache di Google, riportando il nostro numero telefonico. Pensate un po’ la sorpresa che, nel primo caso, è stata derubricata come “un banale errore di comunicazione” ma che, alla seconda, è diventata più di un sospetto con relativa immediata “indagine” e relativi passi per porre fine a quella che, in ogni caso, è un’antipatica situazione".

DISFUNZIONI DI RETE. Un classico problema di “memoria della rete” che l’ufficio preposto alla web sicurezza dell’Ascom ha subito comunicato a Google nella speranza che la copia cache possa venire prontamente rimossa. “Ci dispiace – chiosa il presidente di Servizi & Sviluppo Ascom Padova, Nicola Bertin – che il nostro gruppo sia finito nel mirino di acquirenti scontenti. Purtroppo, sulle disfunzioni della rete siamo assolutamente indifesi e i colossi che la gestiscono rispondono molto lentamente. Noi, d’altra parte, non vogliamo entrare nel merito di una vicenda che non ci riguarda se non per una sovrapposizione che, ripetiamo, è antipatica e speriamo venga al più presto sanata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento