Il blitz: affittacamere cinesi abusivi in piazzale Stazione a Padova

Maxi controllo congiunto delle forze dell'ordine mercoledì alle 7 all'interno del condominio Torre Belvedere. 82 le persone identificate che dormivano suddivise in 7 appartamenti. 5 le persone sanzionate

Una delle camerate rinvenute all'interno del condominio in piazzale Stazione

In molti degli "ospiti" hanno ammesso di pagare dai 10 ai 20 euro a notte per l'alloggio, a volte con un pasto incluso. Pochi metri quadrati da condividere in stanze trasformate in camerate fino a otto letti ciascuna. Dai dieci ai venti i posti ricavati anche con muri in cartongesso in ogni appartamento delle dimensioni complessive di circa 100 metri quadri, e con un solo bagno in comune. Questa la situazione scoperchiata mercoledì mattina in un blitz nel condominio Torre Belvedere, al civico 8 di piazzale Stazione a Padova, da parte di polizia, carabinieri, finanza e vigili.

IL VIDEO: Guarda il filmato del blitz

CINESI IN AFFITTO. Un'attività di affittacamere abusiva, riscontrata in sette appartamenti collocati cinque sul piano B e due sul piano A dell'edificio. Di proprietà di società riconducibili a soggetti italiani, i contratti di affitto, quelli regolari che si aggirano tra i 750 e i mille euro di canone mensile, erano intestati a cinesi, i quali avevano sottoscritto, come clausola, l'alloggio con il proprio nucleo familiare. Infatti, al momento del controllo, le forze dell'ordine hanno trovato, oltre agli "ospiti" irregolari, anche gli stessi affittuari con le loro famiglie, compresi in tutto 8 minori.

LE MULTE. Ben 82 le persone identificate, tutte di nazionalità cinese, ma solo chi alloggiava in cinque dei sette appartamenti in questione ha ammesso di pagare per il servizio, mentre chi si trovava negli altri due ha riferito di essere conoscente o amico di chi vi viveva e pertanto le forze dell'ordine non hanno potuto prendere provvedimenti. Cinque quindi i cinesi sanzionati, con una multa di 2mila euro ciascuno, per aver omesso di segnalare al Comune l'inizio della propria attività di affittacamere, di fatto abusiva. Gli stessi sono stati poi multati di 320 euro per aver omesso la comunicazione in questura di ospitare cittadini stranieri. Infine, per due affittacamere è scattata anche la denuncia per aver favorito la permanenza di irregolari: cinque in tutti i clandestini rinvenuti nel corso del blitz.

BIGLIETTINI PUBBLICITARI. Le forze dell'ordine, da circa due anni tenevano monitorata la situazione, già nota. Da accertamenti è emerso che gli affittacamere pubblicizzavano la loro attività tramite il passaparola tra connazionali e con dei bigliettini fatti circolare allo scalo ferroviario. Entro breve partirà dalle forze dell'ordine intervenute una segnalazione congiunta all'organo competente in materia, in questo caso la Provincia, al fine di proseguire l'attività di accertamento ed evitare che possa continuare a perpetrarsi l'illecito documentato.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: secondo paziente dimesso, 12 casi tra Limena, Curtarolo e San Giorgio in Bosco

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento