Pistola in faccia al barista, reagisce e lo disarma: «É stata la forza dell'istinto»

Toni Ymeray, titolare del bar Gancino di piazza Duomo, parla all'indomani dell'aggressione da parte di un uomo che lo ha minacciato con una pistola, rivelatasi giocattolo

Solo quando si è reso conto che quell'arma era un'imitazione giocattolo di un vero revolver ha finalmente tirato un sospiro di sollievo, ma si è immediatamente recato dai carabinieri per denunciare l'accaduto. É ancora comprensibilmente scosso Toni Ymeray a poche ore dall'aggressione.

Dalle pretese alle minacce

Come reso noto da Il Mattino di Padova, poco prima delle 18 di domenica si sono vissuti attimi di alta tensione all'interno del bar Gancino di piazza Duomo. Tra la folla di clienti si è fatto largo fino al bancone un uomo che ha preteso da bere. Al rifiuto da parte del titolare, questi è prima uscito, salvo poi rientrare e puntargli addosso un'arma minacciandolo. «Lo ho visto entrare e ho notato che era visibilmente alterato. A quel punto gli ho detto che non gli avrei servito altro» racconta Ymeray «Mi ha offeso e l'ho invitato ad andare fuori. Mi ha detto che mi aspettava lì, ma io sono rimasto dietro il bancone e dopo qualche secondo è rientrato estraendo dai pantaloni una pistola, che mi ha puntato in faccia in mezzo alla gente insultandomi e minacciandomi».

👉 La video intervista a Toni Ymeray

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Disarmato

Nel fuggi fuggi generale Ymeray è riuscito a mantenere la lucidità: «Mi sono spaventato moltissimo, ma con la forza dell'istinto ho colto un attimo in cui l'uomo ha abbassato il braccio e, grazie all'aiuto di un collega, gli sono saltato addosso disarmandolo. Solo quando ci siamo accorti che la pistola era finta ci siamo tranquillizzati. Poi sono subito andato in caserma per sporgere denuncia» spiega il titolare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoravano in nero e percepivano il reddito di cittadinanza: scoperti dalla guardia di finanza

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • «Il suo reparto è in lutto con noi tutti»: infarto fatale per Elena, 39enne infermiera padovana

  • Ex seminario Tencarola venduto a società bergamasca

  • Vaccino anti-Coronavirus, pronta a partire la sperimentazione in Veneto: l'annuncio della Regione

  • Il sorpasso azzardato causa lo scontro tra auto: un ferito elitrasportato in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento