Senza mascherina, ferisce l'agente dopo essere stato redarguito: la rabbia dell'Fsp

Ferrara: «Le numerose promesse non mantenute alle quali negli anni abbiamo assistito hanno contribuito a esporre ancor di più gli operatori impegnati sul territorio»

L'uomo si aggirava per la stazione privo di mascherina quando gli è stato intimato da un poliziotto di indossarla. Lo straniero, un tunisino di 28 anni, per tutta risposta ha insultato l'agente, aggredendolo a calci e pugni. I fatti sono successi l'altro ieri nello scalo ferroviario del capoluogo Padovano.

Il sindacato

«Sono passati solo pochi giorni dalla manifestazione nazionale tenutasi a Roma ed indetta da Fsp “basta aggressioni agli uomini in divisa“ alla quale hanno partecipato moltissime sigle del comparto sicurezza provenienti da tutta Italia ,oltre a numerosi politici ,che anche a Padova le aggressioni e le violenze nei confronti delle forze dell’ordine purtroppo si sono ripetute. È recente la notizia che in città un tunisino nel tentativo di sottrarsi a un controllo ha spedito un operatore della polizia ferroviaria al pronto soccorso mentre lunedì un nigeriano in zona stazione ne ha spedito un’altro in ospedale prima di venire ammanettato non senza fatica dai suoi colleghi . Questi episodi che ormai si susseguono con cadenza quasi quotidiana dimostrano, qualora ve ne fosse bisogno, da un lato che Padova non è l’isola felice descritta da qualche politico locale e dall’altro che la mancanza assoluta di rispetto nei confronti delle forze di polizia ha messo a nudo l’assoluta inefficienza se non carenza  degli strumenti normativi ed operativi di cui le stesse dispongono per garantire la sicurezza nei nostri territori», spiega Maurizio Ferrara, vicario del sindacato Fsp.

Senso di impunità

«Le numerose promesse non mantenute alle quali negli anni abbiamo assistito hanno contribuito a esporre ancor di più gli operatori impegnati sul territorio per il diffondersi tra le persone che delinquono di uno sfacciato quanto purtroppo concreto senso di impunità. A questa preoccupante situazione è arrivato però il momento di dire basta perché gli uomini in divisa non possono e non devono supplire all’indifferenza della politica di fronte di una violenza ormai di fatto quasi impunità mentre il cittadino destinatario e vittima di una violenza sempre più tracotante è costretto a subire in silenzio. In quest’ottica che Fsp Polizia Padova farà ogni sforzo per mutare l’odierna situazione affinché la noncuranza di pochi non finisca per compromettere la sicurezza di tutti», conclude Ferrara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

  • Si schianta con un ultraleggero nella Bassa: morto il pilota 52enne

  • Femminicidio di Cadoneghe: la denuncia e i retroscena di un delitto "annunciato"

  • Statale 47 paralizzata da un incidente: coinvolti tre camion e un'auto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento