Agna, ancora rifiuti abbandonati nei parchi pubblici, il comune installa le foto - trappole

«Purtroppo – commenta il sindaco di Agna, Gianluca Piva - non è la prima volta che rinveniamo per terra e nei cestini dei giardini pubblici sacchi di rifiuti domestici, abbandonati quasi sicuramente da gente del posto»

Nei giorni scorsi sono stati rinvenuti ancora dei rifiuti abbandonati nei giardini pubblici di Agna. Si tratta principalmente di sacchi di rifiuti domestici lasciati nei cestini o a terra che poi devono comunque essere recuperati dal servizio pubblico. Questo comporta anche un costo aggiuntivo rispetto alla normale raccolta differenziata porta a porta oltre all'evidente danno si arreca.

Foto trappole

«Purtroppo – commenta il sindaco di Agna, Gianluca Piva - non è la prima volta che rinveniamo per terra e nei cestini dei giardini pubblici sacchi di rifiuti domestici, abbandonati quasi sicuramente da gente del posto. Oltre ad essere un gesto di inciviltà non ci trovo un senso logico, tanto alla fine il costo del recupero e smaltimento ricade su tutta la collettività, senza contare che l’abbandono di rifiuti è punito dalla legge. Per questo ho fatto posizionare delle foto-trappole nei nostri parchi pubblici. Invito inoltre i nostri Cittadini a segnalare fatti o episodi a me o all’assessore all’ambiente Rampazzo Erika e che possano essere utili a scovare chi abbandona i rifiuti utilizzando anche whatsapp 3488827378, garantisco l’assoluto anonimato».

Statale e parchi

«Viene il dubbio - spiega ancora il sindaco - che qualcuno pensi che se i rifiuti non sono ritirati nei propri cassonetti, paghi meno la tassa sui rifiuti. E questo nonostante il grande lavoro di sensibilizzazione fatto dall’assessore all’ambiente Erika Rampazzo. Purtroppo i casi di abbandono di rifiuti sono frequenti nei parchi e anche lungo il fossato che costeggia la strada provinciale (SP3), che collega Agna ad Arre». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Lutto in questura a Padova: si è spento all'età di 36 anni l'agente delle volanti Michele Lattanzi

  • Coronavirus, Zaia: «Scommettiamo che prima di aprile il virus non se ne andrà?»

  • Violenza in Prato della Valle contro gli agenti di polizia: 4 operatori feriti, 5 arresti

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

Torna su
PadovaOggi è in caricamento