menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ad Agna arrivano le "foto-trappole", soluzione estrema contro chi abbandona rifiuti

Il sindaco Piva: "Abbandonare rifiuti è un reato, recupero e smaltimento sono un costo a carico di tutta la comunità. Purtroppo ci sono ancora troppi sciacalli ambientali"

Si fa sempre più serrata nel comune di Agna la battaglia contro chi abbandona rifiuti. Così, martedì 31 luglio scorso, il consiglio comunale ha stato approvato, a maggioranza, il regolamento comunale sull'utilizzo ed installazione delle videocamere ambientali, dette anche "foto-trappole". 

Regolamento

Questo regolamento va ad integrare quello di videosorveglianza già vigente dal 2001. Le foto-trappole sono delle piccole videocamere fisse che funzionano a batterie, dotate di infrarossi per la ripresa anche notturna, che se opportunamente tarate effettuano foto o video  attivandosi appena rilevano un movimento nel raggio di azione di 200 mt dalla loro posizione.  Questi dispositivi verranno impiegati per scovare chi abbandona rifiuti sul territorio comunale.

Abbandono di rifiuti

"Siamo convinti – spiega il sindaco Gianluca Piva – che questo possa fungere da deterrente contro l'abbandono dei rifiuti lungo le strade, fossi comunali e in prossimità dei cestini pubblici. Ricordo che abbandonare rifiuti è un reato punibile dalla legge e il recupero e smaltimento è un costo a carico di tutta la comunità. Purtroppo ci sono ancora sciacalli ambientali che gettano qualsiasi cosa convinti di essere furbi, e non si rendono conto che invece creano solo danni e inquinamento. Questi delinquenti ambientali vanno individuati e sanzionati. Le foto trappole che abbiamo giù acquistato – conclude Piva -  saranno installate a giorni e poi si aprirà la caccia a questi farabutti che inquinano".

_fototrappola_ltl6310-3-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento