menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La catena e il coltello

La catena e il coltello

Aggredito da due fratelli armati di coltello e catena: arresto ad Este

È accaduto lunedì sera, verso le 20.45, in via Taddeo. Vittima un moldavo di 23 anni, del posto. Il giovane si è barricato in casa, ma uno dei due aggressori ha sfondato la porta, per poi fuggire sul suo motorino

Aggredito in mezzo alla strada da due individui, armati di catena e coltello. È accaduto lunedì sera, verso le 20.45, in via Taddeo ad Este. Vittima un moldavo di 23 anni, del posto.

L'AGGRESSIONE. Il giovane si è trovato davanti i due uomini. In quel momento era in sella al proprio motociclo Suzuki. Per sfuggire ai suoi aggressori, si è rifugiato in casa, ma l'ira dei due, cagionata - si presume - da futili motivi, non si è placata. Uno, in particolare, ha sfondato la porta d'ingresso a vetri, nel tentativo di raggiungere il 23enne.

L'ARRESTO. Sul posto, proprio in quel momento, sono arrivati i carabinieri della stazione di Este. L'uomo che ha sfasciato la porta di casa ha tentato di fuggire sul motorino della vittima, ma è stato fermato e arrestato. Si tratta di O.E.A.R., un marocchino di 31 anni, residente a Ponso, regolare in Italia, pregiudicato. Individuato, in un secondo momento, anche il complice, fratello dell'arrestato, di 21 anni.

COLTELLO E CATENA. In via Taddeo sono stati trovati e sequestrati un coltello di 33 centimetri, di cui 22 di lama, e una grossa catena in ferro. L'aggredito si è fatto visitare in ospedale a Monselice, dove gli sono state riscontrate ferite guaribili in 3 giorni. Il marocchino dovrà rispondere di lesioni aggravate, furto e danneggiamento. Il fratello è stato denunciato in stato di libertà per i medesimi reati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento