menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Albignasego come Padova: 500 euro di multa a prostitute e clienti

Il comune della cintura urbana più popoloso dopo il capoluogo ha approvato in consiglio una delibera che introduce la sanzione per cercare di arginare un fenomeno che, pur contenuto, non si attenua

Non solo Padova, anche i comuni della cintura urbana, come il più popoloso di tutti dopo il capoluogo, Albignasego, corrono ai ripari contro il dilagare del fenomeno della prostituzione in strada che, seppur contenuto rispetto ai "regimi" della città, non accenna ad attenuarsi nemmeno in provincia.

MULTA DA 500 EURO. Con una delibera ad hoc approvata in consiglio comunale lunedì 22 luglio, Albignasego ha deciso di introdurre una multa di 500 euro ai clienti e altrettanto alle prostitute. In particolare, si vieta di “fermarsi, intrattenersi, concordare, contrattare prestazioni sessuali con soggetti che esercitino attività di meretricio su strada o aree pubbliche o aperte al pubblico”, così come di “esercitare attività di meretricio su strada o aree pubbliche o aperte al pubblico”.

IL SINDACO. “Le modalità dell’esercizio di questa ‘attività’ provocano conseguenze nella sicurezza della circolazione stradale e sull’ordinato e civile uso degli spazi pubblici – ha spiegato il sindaco Massimiliano Barison - Non solo. Il fenomeno determina lo sviluppo di pratiche criminali e lo sfruttamento delle persone. Spesso, poi, gli atteggiamenti indecorosi ed indecenti offendono la pubblica sensibilità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento