Albignasego, trovato un uomo con documenti falsi

Grazie ai controlli della polizia locale dell’unione Pratiarcati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Durante la programmata attività nel quartiere di Sant'Agostino, nel pomeriggio del 28 novembre scorso, verso le 17, gli agenti della polizia locale dell'Unione Pratiarcati nell'effettuare dei controlli, hanno fermato, tra le altre, un'autovettura con targa italiana condotta da un cittadino dichiaratosi moldavo di circa 24 anni, domiciliato a Montegrotto Terme.

L’uomo ha esibito agli Agenti una patente e una carta d'identità rilasciate in Romania. Con l'ausilio di un microscopio e di una lampada a raggi UV in dotazione degli agenti, gli operatori hanno potuto sollevare dei dubbi riguardo la genuinità di tali documenti. A seguito di ciò i documenti sono stati posti sotto sequestro e, dopo avere avvisto la Procura della Repubblica di Padova, la persona è stata condotta presso il gabinetto di Polizia Scientifica della Questura di Padova dove è stato sottoposto ai rilievi per l'identificazione.

Al termine dell'operazione l’uomo è stato denunciato a piede libero e l'autovettura, che non era di proprietà, è stata consegnata al legittimo proprietario. La verifica della contraffazione sarà effettuata in collaborazione con il primo polo intervento falsi documentali della Polizia Locale con sede a Megliadino San Fidenzio. L'attività è stata condotta da personale proveniente dagli ex Comandi di Albignasego e Legnaro ed ora in forza all’Unione Pratiarcati, segno evidente che si stanno valorizzando le buone pratiche operative dei diversi agenti frutto delle precedenti esperienze, ma anche della riuscita del lavoro in team.

“Il controllo del territorio da parte dell’Unione – ha spiegato l’assessore alla sicurezza del comune di Albignasego Filippo Giacinti – sta dando i suoi frutti. Grazie all’attuale organizzazione non solo riusciamo ad avere molti agenti sul territorio ma anche a dotarli dei mezzi e degli strumenti per rendere efficace la loro azione. Non possiamo pensare di eliminare totalmente i fenomeni di microcriminalità che, come altri comuni, toccano anche la nostra città, e questo non rientra neppure tra i nostri compiti istituzionali. Ma sono convinto che, grazie all’Unione, stiamo mettendo in campo tutte le strategie e gli strumenti a nostra disposizione per ottenere i migliori risultati, in particolare in materia di prevenzione e controllo”. “L’unione sta lavorando molto bene nel presente e lo farà ancora di più nel futuro con l’attivazione a breve del Distretto di polizia locale PD3 – ha concluso il sindaco di Albignasego Massimiliano Barison - che ci permetterà azioni ancora più incisive e a largo raggio per la tutela della sicurezza”.
 

Torna su
PadovaOggi è in caricamento