menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle scene del musical (foto: François Turatto)

Una delle scene del musical (foto: François Turatto)

Alice nel Paese delle meraviglie in scena a Padova: un sogno in musical

Lo spettacolo lascia la spensieratezza e l'allegria tipica di una favola a lieto fine. Il pubblico si abbandona a lunghi applausi sorridendo, bambini felici e adulti soddisfatti e incoraggiati a trovare se stessi

Il fortunato tour di “Alice nel paese delle meraviglie-Il Musical” continua toccando anche la città di Padova, al Gran Teatro Geox, per la sua centesima replica. Una vera e propria festa fatta di luci, balli, colori, energia, e tanta musica che ha acceso ed entusiasmato i presenti di tutte le età, per lo più famiglie, confermandone l’accezione di family show, anche se bisogna sottolineare che lo spettacolo ha l’ambizione di raggiungere un pubblico adulto, pronto ad assaporare una sfaccettatura tutta nuova del teatro.

L’IPNOSI. Con il prezioso aiuto di scenografie, costumi, effetti visivi, lo spettatore si ritrova ipnotizzato, coinvolto e protagonista, immedesimandosi ora nella Regina, poi in Alice, ancora in un fiore, in una carta di cuori... Tutto diventa improvvisamente "realtà" ingannando di essere in quel paese delle meraviglie.

L’EMOZIONE FINALE. Il musical desidera lasciare la spensieratezza e l'allegria tipiche di una favola a lieto fine, anche se non mancano gocce di emozione e momenti riflessivi. Alla fine il pubblico si lascia andare a lunghi applausi sorridendo, bambini felici e adulti soddisfatti e incoraggiati a trovare se stessi, proprio in quella parte fanciullesca che è intrinseca in ognuno, troppo spesso dimenticata ma che in realtà è la forza per poter superare tutte le paure e prove.



LA STORIA. Era il 1865 quando lo scrittore Charles Lutwidge Dodgson, sotto lo pseudonimo di Lewis Carroll, pubblica l’opera letteraria che diventerà poi, nel 1951, un film d'animazione prodotto da Walt Disney ed oggi, a Padova, Alice nel Paese delle meraviglie è un sogno in musical.

L'IDEA. Nato da un’idea di Enrico Botta e Annalisa Benedetti (scene e costumi), armonizzato dalle musiche di Giovanni Maria Lori, dalle coreografie e dalla regia di Christian Ginepro, da testi leggeri, contemporanei e divertenti di Eduardo Tartagli, lo spettacolo risulta piacevole, armonico, fresco e giocoso, ideale per chi vuole passare due ore all’insegna della fantasia e dell’irrealtà. Il racconto stesso di Alice nel paese delle meraviglie è pieno di allusioni a personaggi, poemetti, proverbi e il musical è riuscito a mantenere questo gioco di parole e di regole logiche-illogiche che la storia stessa possiede.

L’AVVENTURA. Seguendo il "Bianconiglio” Gabriele Foschi, Alice, interpretata da Tania Truccinardi (Alice piccola Zoe Nochi), cade letteralmente in un onirico mondo sotterraneo fatto di paradossi, di assurdità e di nonsensi. Affiancata da un cast giovanissimo, da Marco Bazzoni in arte Baz – Colorado caffè Italia 1 – nel ruolo di “Capellaio Matto” e dalla Regina di Cuori Roberta Faccani, Alice diventa filo conduttore, accompagnando il pubblico in un clima di fiabe tipico dell’immaginario dei bambini.

PROSSIMI APPUNTAMENTI. Sassari - Teatro Verdi (11 e 12 Aprile 2012); Cagliari - Auditorium del Conservatorio (13 e 14 Aprile 2012). Sito ufficiale: https://www.alicenelpaesedellemeraviglie-ilmusical.it/

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento