Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Weekend di fuoco e temperature in aumento: scatta il "piano caldo"

Il Bollettino emessa dall'Arpav prevede un fine settimana di afa intensa. La regione Veneto ha attivato il protocollo: da venerdì protezione civile e ospedali pronti ad accogliere e assistere le categorie a rischio

Torna il grande caldo. Sarà un weekend di fuoco per tutta la regione Veneto. Lo dice l'ultimo bollettino dell'Arpav: si avvicina, infatti, da ovest un promontorio anticiclonico che farà salire a picco le temperature portando sole sulle spiagge, ma anche i consueti rischi dovuti al peggioramento della qualità dell'aria. Non perde tempo l'assessore regionale alla Sanità, Luigi Coletto, che, per la seconda volta quest'anno (la prima fu attorno a metà giugno), farà scattare, a partire da venerdì, il protocollo per la prevenzione delle patologie da elevate temperature approvato dalla giunta regionale a fine maggio. Da lunedì, invece, nuovi temporali porteranno un po' di sollievo.

COLETTO. “Si tratta – ricorda Coletto – di una particolare organizzazione in rete che vede collaborare l’emergenza-urgenza, la rete ospedaliera, quella territoriale, l’Arpav, la protezione civile e i servizi sociali regionali e degli enti locali per rafforzare l’assistenza e il monitoraggio delle condizioni di salute delle categorie più a rischio di fronte ad un’ondata di caldo come questa, abbinata ad un peggioramento della qualità dell’aria. Si tratta - continua l'assessore - di intervenire con priorità nei casi più gravi, ma anche di assistere, dal punto di vista informativo e di contatto, le persone in condizioni più disagiate, come gli anziani, e in generale le persone malate croniche che vivono sole”.

IL PROTOCOLLO D'EMERGENZA. Il “Piano Caldo 2014” indica la popolazione a maggior rischio negli anziani; bambini da zero a 4 anni; diabetici; ipertesi; in chi soffre di malattie venose; nelle persone non autosufficienti; in chi ha patologie renali e in chi è sottoposto a trattamenti farmacologici particolarmente pesanti. Le condizioni di “disagio” sono calcolate sulla base di un indice specifico denominato “Humidex” che considera temperatura, tasso di umidità e qualità dell’aria.

LO SCORSO ANNO. Nel periodo giugno-agosto dell’anno scorso, le giornate con disagio ambientale assente sono state 18; quelle con disagio ambientale moderato 36; quelle con disagio elevato 22 e quelle con condizioni climatiche pericolose per la salute 16.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend di fuoco e temperature in aumento: scatta il "piano caldo"

PadovaOggi è in caricamento