menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paura nel Piovese per la presenza di un presunto "orco": allarme rientrato

È arrivato alla caserma dei carabinieri un messaggio audio che segnalava la presenza di una persona che avrebbe avuto degli atteggiamenti equivoci nei confrontidei minori. Dopo le opportune verifiche, i militari hanno escluso si possa trattare di una persona pericolosa

Un messaggio audio, fatto girare tramite Whatsapp, di una mamma che ha denunciato un episodio inquietante occorso al figlioletto che sarebbe stato avvicinato da un adulto che avrebbe tentato di far salire lui ed un compagno più giovane sul proprio furgone, ha scatenato il panico nel Piovese.

LA DENUNCIA. "Sabato pomeriggio, verso le 16.30" racconta la madre, "è successo un fatto spiacevole..." e prosegue raccontando di un furgone che si è avvicinato ai due bambini con un adulto che li avrebbe invitati a salire. La madre poi spiega che al proprio figlio aveva in passato sempre raccomandato di non dare retta agli sconosciuti e indicando altre precauzioni di buon senso tipo non accettare caramelle o altro da persone che non si conoscono.

ALLARME RIENTRATO. La madre, dopo il racconto del bambino, ha poi provveduto a recarsi immediatamente dai carabinieri per la denuncia, peraltro scoprendo che le forze dell'ordine erano già a conoscenza di fatti simili accaduti in zona. E sono proprio i militari dell'Arma a far rientrare l'allarme perchì, dopo le opportune verifiche, hanno appurato che "l'orco" descritto nella realtà non lo era.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento