menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo striscione affisso da 100%animalisti

Lo striscione affisso da 100%animalisti

Allevamento abusivo di cani Pitbull dentro l'ex ospedale psichiatrico

Affisso sul cancello d'ingresso della struttura in abbandono di Brusegana uno striscione. La denuncia di 100%animalisti: "Animali maltrattati per renderli aggressivi e usarli nei combattimenti clandestini"

Una villetta disabitata all'interno dell'ex ospedale psichiatrico di Brusegana trasformata in un allevamento abusivo di cani di razza Pitbull finalizzato ad alimentare il business dei combattimenti clandestini.

IL PRECEDENTE ALL'EX OSPEDALE PSICHIATRICO: Piccioni murati vivi

I MALTRATTAMENTI. La denuncia viene dai militanti dell'associazione Centopercentoanimalisti che, dopo diverse segnalazioni, monitorata la zona, hanno documentato fotograficamente la situazione. "I cani vengono tenuti in pessime condizioni e picchiati selvaggiamente anche con bastoni - spiegano gli animalisti - Spesso sono incustoditi, tanto che escono e  girano per il parco. Le modalità palesate sono quelle di chi fornisce cani per i combattimenti clandestini, attività criminale presente nella provincia e in quelle vicine. I cani vengono maltrattati all'estremo, per renderli aggressivi contro chiunque. Oltre al maltrattamento, è evidentemente la situazione di pericolo per le persone, dato che i cani spesso sfuggono o vengono lasciati liberi".

LE RICHIESTE. Con un blitz, nella notte tra mercoledì e giovedì, i militanti di Centopercentoanimalisti hanno affisso sul cancello d'ingresso della struttura di Brusegana un manifesto di liberazione animale e uno striscione. "Denunciamo - continuano gli attivisti - l'inerzia dei responsabili della Provincia e dell'autorità competente, che, pur essendo al corrente dei fatti, si guardano bene dall'intervenire. Denunciamo lo stato di degrado in cui è lasciata l'intera area, che pur fa parte del patrimonio pubblico. Chiediamo l'intervento immediato delle forze dell'ordine e dell'Usl veterinario per accertare a cosa siano destinati i cani, per toglierli a chi li sevizia, e affidarli a chi sappia rieducarli, per sgomberare il bene pubblico abusivamente occupato per attività illecite, per perseguire a norma di legge i responsabili e soprattutto chiediamo che venga restituita vita e dignità ai cani maltrattati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento