menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smart Water, alluvioni sotto controllo: prevedrà le piene del Muson

L'iniziativa, coordinata dalla Provincia di Padova, ha per partner importanti istituti ed università europee. Obiettivo realizzare un'applicazione che monitori e individui in tempo reale e preciso le eventuali emergenze idrauliche

"Smart Water", ovvero il conteggio intelligente dell’acqua. Questo il nome del progetto, finanziato con fondi europei e di cui la Provincia di Padova è l'ente capofila, che potrebbe diventare domani un valido alleato nella gestione di situazioni di emergenza legate alle alluvioni.

UN'APPLICAZIONE PER PREVEDERE LE PIENE. L’obiettivo è di mettere insieme le varie conoscenze europee e ottenere un’applicazione che sia in grado di monitorare e prevedere in tempo reale e nel modo più preciso possibile eventuali emergenze derivanti dalle piene di fiumi. Concretamente il modello si baserà sull'elaborazione dei dati delle piene del Muson dei Sassi.

PROGETTO DI RESPIRO EUROPEO. “Si tratta di un’iniziativa molto importante perché il nostro territorio è a rischio idraulico – ha spiegato la presidente della Priovincia euganea Barbara Degani al primo incontro del progetto tenutosi questa mattina nella sede dell'Ente a palazzo Santo Stefano – sicuramente quindi sarebbe di enorme aiuto poter avere un modello che ci aiuti a prevedere le onde di piena e le zone più a rischio di allagamento”. Partner dell'iniziativa sono l’Istituto nazionale per la ricerca e lo sviluppo sul Delta del Danubio (Romania), l’Università e la Regione di Tessaglia (Grecia), l’Istituto delle tecnologie di informazione e comunicazione dell’Accademia bulgara di Scienze (Bulgaria).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento