menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli ambientalisti di Monselice dal Prefetto Franceschelli: "Arpav e Ulss non stanno garantendo per la nostra salute"

In piazza Antenore, più di cinquanta persone hanno organizzato un vero e proprio presidio. L'incontro è durato due ore e mezza

Attivisti e rappresentanti del comitato "Cambiamo Aria" di Monselice hanno avuto un incontro con il Prefetto Franceschelli. All'esterno, in piazza Antenore, più di cinquanta persone hanno organizzato un vero e proprio presidio. Due ore e mezza di discussione e relazione con il Prefetto che ha riconosciuto la legittimità delle iniziative intraprese dal comitato.

Le richieste degli ambientalisti

"Volevamo sollecitare - ha detto Franco Tasinato del comitato -  l'intervento del Prefetto perché le istituzione preposte alla tutela dell'ambiente a nostro avviso non hanno lavorato bene, hanno invece minato il rapporto di fiducia con la cittadinanza. Arpav e Ulss hanno prima certificato la presenza di sostanze inquinanti e molto pericolose sul Monte Ricco e nel giardino di una scuola. Invece di prendere tutte le misure necessarie per tutelare la salute, si preoccupano solo di minimizzare il rischio. Già spostare i bambini dalla scuola sarebbe stato qualcosa. C'è poi la provincia che gestisce l'autorizzazione dell'attività della cementeria e che latita. E poi c'è la Regione, che diamo anch'essa per non pervenuta. Siamo quindi venuti dal Prefetto a chiedergli di fare da garante affinchè ci siano serie iniziative messe in campo".  

QETJ4182-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento