Cronaca

Amministratori condominiali fedifraghi: la denuncia di Federcontribuenti

"Spesso quella delle spese condominiali è una tassa privata, occulta e gravosa sulla proprietà immobiliare", spiega l'avvocato Marco Alberto Zanetti, direttore generale dell'associazione a difesa dei cittadini

Da sinistra: Marco Alberto Zanetti, direttore generale di Federcontribuenti e Marco Paccagnella, presidente nazionale di Federcontribuent
Tariffe troppo basse rispetto alla media di mercato e il rifiuto di presentare fatture dei fornitori di servizi e ancora di più il diniego di mostrare l'estratto conto del conto corrente condominiale sono segnali pessimi. A dirlo è l'avvocato Marco Alberto Zanetti, direttore generale di Federcontribuenti, l'associazione nazionale che assiste in Italia migliaia di cittadini alle prese con le storture della pubblica amministrazione e che apre a Padova il primo di una serie di sportelli di consulenza gratuita per gli associati data l'escalation a cui si assiste di amministrazioni condominiali per nulla trasparenti. 

AMMINISTRATORI FEDIFRAGHI. "Spesso quella delle spese condominiali è una tassa privata, occulta e gravosa sulla proprietà immobiliare - spiega Marco Alberto Zanetti - Purtroppo tolta l'Imu sulla prima casa, rimangono gabelle private derivanti dalla tentazione di manovre furbesche da parte di amministratori di condominio non sempre dalla parte dei condòmini - chiosa Marco Paccagnella, presidente nazionale di Federcontribuenti - e non stiamo parlando dei condomini morosi, problematica che coinvolge circa un proprietario di appartamento su sei a causa della crisi. Purtroppo, da un primo screening a campione condotto in tutta Italia, la frequenza di amministratori di condominio fedifraghi è di almeno un caso ogni dieci".
PREVENZIONE. Cruciale sul lato della prevenzione e repressione delle truffe ai danni dei condomini la partnership che Federcontribuenti ha stretto nei mesi scorsi con l'associazione "Scudo dei carabinieri" presieduta dal generale dei carabinieri in congedo Antonio Pappalardo.  "Ci aspettiamo che questa forma di sicurezza partecipativa -  ha spiegato il generale Pappalardo - volta in primis a isolare e punire gli amministratori fedifraghi, porti dei buoni risultati per quella maggioranza di amministratori di condominio, che amo presupporre siano onesti".
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministratori condominiali fedifraghi: la denuncia di Federcontribuenti

PadovaOggi è in caricamento