menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il supermercato Prix di Albignasego

Il supermercato Prix di Albignasego

Prix Albignasego, rapina o agguato Sparo in testa a giovane di Maserà

L'efferato episodio sabato sera dopo le 20.30 nel discount affacciato su strada Battaglia. Due le persone, di cui una armata di pistola, entrate nel negozio, già chiuso. Gravemente ferito il 23enne Andrea Furlan

Lotta tra la vita e la morte nel reparto di Neurochirurgia dell'ospedale di Padova Andrea Furlan, commesso di 23 anni di Maserà ferito sabato sera da un colpo di pistola alla testa all'interno del supermercato Prix di via Vespucci, affacciato su strada Battaglia, ad Albignasego.

RAPINA O AGGUATO. Indagini sono in corso, da parte dei carabinieri della compagnia di Abano e Padova, per ricostruire la dinamica dell'efferato episodio. Se da un lato la pista più battuta dagli inquirenti resta quella di una rapina finita male, dall'altro non si escludono altre ipotesi alla base dell'atto criminale, tra cui quella che possa essersi trattato di un agguato, un regolamento di conti che poteva avere il commesso - che risulta incensurato - come vittima predestinata.

SINDACATO USB: "Le nostre vite valgono più dei vostri profitti"

LO SPARO. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, difficile perchè il fatto non ha avuto testimoni diretti e in quanto il supermercato non sarebbe dotato di telecamere di sicurezza, dopo le 20.30, ovvero dopo l'orario di chiusura del discount, sul posto sarebbe entrato un uomo, armato, con un complice. Il giovane commesso, assunto solo dallo scorso ottobre, stava per andarsene scendendo le scale dal piano superiore dell'edificio in cui si trovano gli spogliatoi quando è stato raggiunto alla fronte da un solo proiettile calibro 7.65, perforante.

I MESSAGGI SU FACEBOOK: "Continua a lottare, siamo qui ad aspettarti"

GRAVISSIMO. L'unica altra persona al momento ancora presente nel supermercato era il direttore, che si trovava in un'altra alla del capannone, e che, udito lo sparo, si è precipitato dal 23enne trovandolo a terra in una pozza di sangue e notando, appunto, un paio di uomini andarsene. Nessun bottino, quindi, se di una rapina si era trattato. Sotto choc, il direttore ha chiamato i soccorsi. Il 23enne è stato sottoposto in queste ore ad un delicato intervento neurochirurgico all'ospedale di Padova.

AGGIORNAMENTI. Il giovane, nonostante l'operazione, è in condizioni disperate e secondo alcune fonti potrebbe anche restare paralizzato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento