menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Salata, la sua passione era la musica

Andrea Salata, la sua passione era la musica

Codevigo, musicista 21enne con l'influenza stroncato da infarto

Andrea Salata, perito elettronico, musicista, è morto sabato pomeriggio sul divano di casa, mentre si riposava perché gli era salita un po' di febbre. Improvvisamente un rantolo, avvertito dalla nonna che era con lui. Inutili i soccorsi

Se n'è andato inspiegabilmente a 21 anni, sul divano di casa, dove si era steso per riposarsi e lasciar fare effetto la Tachipirina visto che gli era salita qualche linea di febbre. In tv il programma preferito, i Simpson.

UN PO' DI FEBBRE. “Nonna, ho un po' di sonno”, aveva fatto in tempo a dire sabato pomeriggio poco dopo le 14 Andrea Salata, perito elettronico dipendente alla Cml di Arzegrande con una grande passione per la musica, rock metal in particolare. “Sarà la Tachipirina, riposati”, la risposta della nonna, sola in casa con il giovane, mentre i genitori e gli altri parenti della casa di famiglia di via Passo Fogolana a Santa Margherita di Codevigo erano fuori per commissioni, a fare spese.

L'INFARTO. Andrea chiude gli occhi, poi la nonna avverte un rantolo, capisce che c'è qualcosa che non va. Chiama i soccorsi, arrivano i sanitari del Suem del 118 ma ogni tentativo di rianimare il giovane sarà inutile. Andrea muore, a stroncarlo, senza che mai in vita avesse accusato malesseri di particolare rilievo, probabilmente un infarto.

LA ZIA. “Non ha mai avuto nulla – ricorda zia Paola – È successo tutto così in fretta e in modo così inspiegabile che non riusciamo a renderci conto. Andrea aveva iniziato ad avere un po' di febbre la sera di venerdì, poche linee, 38 gradi. Il mattino lo aveva trascorso davanti alla tv, sabato sera avrebbe voluto partecipare a un compleanno e aveva quindi detto di voler mangiare poco a pranzo per tenersi leggero”.

LA FAMIGLIA. Solo l’autopsia potrà ora chiarire le cause di una morte tanto improvvisa. Tanta la disperazione in casa del giovane, che vive a stretto contatto con la nonna e gli zii, coi quali si ritrovava sempre per pranzo e cena. Figlio unico, Andrea lascia papà Pier Luigi e la mamma Cinzia Sgrinzato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento