rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Anguillara Veneta / Via Piave

Rubano soldi e gioielli e poi festeggiano in giardino con l'insalata di riso della vittima

Ladri in azione nella notte tra il 20 e il 21 giugno in più punti del territorio di Anguillara Veneta. L'assalto più importante è avvenuto in una villa di via Piave dove il bottino ammonta a diverse decine di migliaia di euro

La malavita dedita ai reati predatori negli ultimi giorni avrebbe preso di mira il piccolo comune di Anguillara Veneta. I carabinieri della Compagnia di Abano, unitamente all'amministrazione comunale e ai militari della stazione di Bagnoli di Sopra competenti sul territorio, stanno potenziando gli accorgimenti per tentare di porre un freno alle scorribande notturne dei ladri. Nella notte tra martedì 20 e mercoledì 21 giugno sono stati molteplici i furti segnalati dalla collettività. Mancano all'appello migliaia di euro e gioielli di inestimabile valore affettivo ed economico.

Bottino e spuntino

Il furto più clamoroso è avvenuto in una villa di via Piave dove una famiglia, marito e moglie, sarebbe stata narcotizzata da una banda di ladri che dopo aver rubato gioielli per migliaia di euro e contante per 1.400 euro, senza alcun ritegno hanno aperto il frigorifero e si sono serviti di insalata di riso che hanno mangiato nel giardino della villa come fosse la cosa più naturale del mondo. I furti hanno riguardato sia le abitazioni che le auto. Ora in paese è allarme con la speranza che le forze dell'ordine riescano a stretto giro a catturare la banda. Quello che sconcerta è il fatto che i malviventi abbiano consumato le razzie incuranti dei legittimi proprietari a letto a riposare. Nessuno si sarebbe accorto di rumori sospetti e soltanto ieri mattina al risveglio si è trovato di fronte all'amara sorpresa. 

Il sindaco vicino alle vittime

«Non posso che trasmettere la mia vicinanza a nome di tutta l'amministrazione comunale a quei miei concittadini che hanno dovuto loro malgrado ricevere la visita notturna dei ladri. E' un miracolo  - ha riferito il sindaco Alessandra Buoso - che nessuno si sia fatto male». Entrando nello specifico del tema sicurezza ha proseguito: «Mi confronterò con i carabinieri della Compagnia di Abano attraverso i militari della stazione di Bagnoli di Sopra affinchè potenzino ulteriormente i servizi di pattugliamento del nostro territorio. Fanno già un lavoro enorme per proteggerci, ma in questi mesi estivi c'è il rischio che episodi come quelli avvenuti tra martedì e mercoledì non rimangano isolati. Per questo serve un grande lavoro per riportare la serenità tra la nostra gente. Una cosa è certa, sarò sempre vicina alla mia popolazione». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano soldi e gioielli e poi festeggiano in giardino con l'insalata di riso della vittima

PadovaOggi è in caricamento