menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si tuffa nel fiume Brenta perché ha caldo: 40enne muore annegato

Il dramma domenica pomeriggio all'altezza di via Querini a Pontevigodarzere, Padova, dove l'uomo si era fermato con amici a mangiare e bere in compagnia. Vittima un ucraino residente in città alla Stanga

Un uomo è morto annegato, domenica pomeriggio, dopo essersi tuffato nelle insidiose acque del fiume Brenta a Pontevigodarzere, Padova.

IL CALDO E LA NUOTATA. Il corpo della vittima, Roman Hordinets, 40 anni, di origine ucraina, residente a Padova in zona Stanga, è stato recuperato dai vigili del fuoco all'altezza di via Querini. A dare l'allarme i connazionali che si trovavano con lui e che, come riportano i quotidiani locali, avevano trascorso qualche ora assieme mangiando e bevendo sull'argine. Fino a quando al 40enne, che aveva detto di essere accaldato, non è venuta la cattiva idea di immergersi nel Brenta per trovare refrigerio e fare una nuotata fino all'altra sponda. Un malore dopo il pic nic, o le correnti del fiume, gli hanno però impedito di raggiungere la riva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento