menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Don Marco Scattolon

Don Marco Scattolon

Fare acquisti a Pasqua? Per il parroco è un peccato: "Il lavoro domenicale stritola la vita"

Don Marco Scattolon, della parrocchia di Rustega di Camposampiero, torna alla ribalta delle cronache locali con la sua ultima "cartolina" pasquale rivolta ai fedeli, in cui si scaglia contro le aperture di domenica dei negozi, che priverebbero di libertà lavoratori e famiglie

La sua posizione, fermamente contraria alle aperture domenicali dei negozi, era già balzata agli onori delle cronache locali. Correva l'anno 2011 e, in un maxi-cartello affisso davanti alla chiesa della sua parrocchia di Rustega a Camposampiero, don Marco Scattolon aveva lanciato il suo annuncio: "Aperto anche alla domenica".

UN PECCATO FARE ACQUISTI A PASQUA. A distanza di anni, il mai scontato prete della frazione dell'Alta padovana torna a far discutere con l'ultima "cartolina" allegata al foglietto parrocchiale distribuito ai fedeli in occasione della Pasqua, in cui si scaglia nuovamente contro le aperture di domenica dei negozi, che priverebbero di libertà lavoratori e famiglie. Arrivando all'irriverente proposta di aggiungere nell'elenco dei peccati da confessare anche quello di "aver fatto acquisti per Pasqua".

Di seguito l'intero intervento di don Marco Scattolon sul tema:

Lavoro domenicale che stritola la vita. Ci sono quelli che la domenica sono schiavi dei centri commerciali. "Domenica bestiale" cantava qualcuno. Marta passa solo una domenica su quattro al mese con la famiglia. Emanuela non può accudire i genitori anziani e la badante la domenica è in permesso. Mio nipote che fa la prima comunione lo vedrò i fotografia. Si faranno anche più incassi di domenica, ma diminuiscono quelli durante la settimana. Molti poi ci vanno per solitudine e noia. "Pasqua aperti". Per chi? I cristiani dovrebbero boicottare, farsi solidali con i commessi a cui non è riconosciuta né dignità, né libertà a loro e alla loro famiglia. Bisognerà mettere nell'elenco dei peccati per prepararsi alla confessione anche il peccato "ho fatto acquisti a Pasqua". È inutile poi augurare al commesso Buona Pasqua, lui ci tirerebbe dietro anche le scarpe ed a ragione. Sarà bene considerare anche i desideri dei lavoratori e non solo dei padroni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento