menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scacchi, ha un cuore padovano l'applicazione per giocare online e scoprire chi bara

Nasce dall'ingegno della startup veneta Premium Chess Mobile la prima app che consente di giocare a scacchi online da smartphone e in modo sicuro

Nasce dall'ingegno della startup veneta Premium Chess Mobile la prima app che consente di giocare a scacchi online da smartphone e in modo sicuro. Si tratta infatti dell'unica piattaforma di gioco certificata dalla Federazione Scacchistica Italiana (Fsi) e dalla World Chess Federation (Fide), grazie a un sistema antifrode che permette di scoprire chi gioca facendosi suggerire le mosse da un computer.

L'app

La app sarà presentata ufficialmente la mattina dell'8 settembre in uno scenario d’eccezione, la piazza degli Scacchi di Marostica. A poche ore prima della celebre Partita a Scacchi che ogni due anni viene giocata da personaggi viventi in costume medievale, si svolgerà la fase finale del torneo “Innovazione e Tradizione”, competizione giovanile riservata a giocatori al di sotto dei 16 anni di età.

Startup

Tra i soci della nuova startup ci sono Roberto Mogranzini, Grande Maestro di Scacchi, Crispy Bacon, software house di Marostica che ha sviluppato l’app per la versione mobile del gioco, Tech Hub Ventures Srl, finanziaria con sede a Torri di Quartesolo (Vicenza) fondata da Giuseppe Donanzan e Valeria Cazzaro, oltre agli emiliani Andrea Bongiovanni e Andrea Pasini, tecnologi esperti di applicazioni server, e a Carlo Stellati che è stato manager per l’Europa di alcune importanti multinazionali nel settore technology e che ha avviato negli ultimi cinque anni importanti relazioni internazionali con molteplici federazioni scacchistiche.

Come funziona

"Entrambe le applicazioni adottano ACE-Guard – spiega il padovano Giuseppe Donanzan, vice presidente di Tech Hub Ventures e socio di Premium Chess Mobile –, un software che, analizzando lo svolgimento del gioco, è in grado di scoprire, ed escludere automaticamente, chi imbroglia facendosi aiutare da un computer. Le partite hanno una durata massima, indipendentemente dal fatto di arrivare allo scacco matto, e ogni mossa ha un tempo massimo concesso di pochi minuti. Ci rivolgiamo a una platea di professionisti e appassionati, con una particolare attenzione al target giovane, collaborando con le scuole e con i circoli degli scacchi, a partire dal Circolo scacchistico Città di Marostica che ci ha affiancato nell’organizzazione di questo evento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento