menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arcella, i commercianti chiedono il ritiro dell'ordinanza anti-Kebab voluta da Bitonci

In 20 sono penalizzati dalle disposizioni. Kebbabari, call-center, bar, alimentari e money transfer avrebbero perso il 60 per cento dei clienti

I commercianti della zona Borgomagno chiedono il ritiro dell'ordinanza firmata da Massimo Bitonci, nota come "anti-Kebab". Da aprile 2015 per motivi di sicurezza tutte le attività devono chiudere alle 20, escluse quelle in cui è possibile mangiare all'interno del locale. Come riportano i quotidiani locali, l'amministrazione Giordani ha già promesso di ritirare l'ordinanza e, ora, i 20 commercianti penalizzati dalle disposizioni vogliono risposte.

LE RICHIESTE. L'appello arriva dai proprietari e gestori di kebbabari, call-center, bar, alimentari e money transfer, che, facendo affari la sera, avrebbero perso il 60 per cento dei clienti. I titolari provenienti da Nigeria, Pakistan e Bangladesh, ma in Italia da molti anni, si sono rivolti all'assessore al commercio Antonio Bressa per concordare una soluzione. La disposizione voluta da Bitonci faceva parte della lotta al degrado in area stazione e Arcella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento